menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Nessun corpo è Clandestino”, Brindisi verso il Salento Pride: eventi in piazza

Si terranno performance, presentazioni di libri, interventi di associazioni e collettivi, esposizioni artistiche proiezioni di corti, Jem session e dj set e lo spettacolo dell’artista Eleonora Magnifico

BRINDISI - Il Coordinamento delle associazioni LGBTQI e dei collettivi femministi di Brindisi organizza per venerdì 20 luglio 2018 in via Tarantafilo 7/9  nella piazzetta antistante il Cocktail Bar Seven, alle spalle del teatro Verdi, a Brindisi una intera serata, a partire dalle ore 20, ricca di eventi in preparazione del Salento Pride che si terrà sabato 11 agosto 2018 a Gallipoli.

Si terranno performance, presentazioni di libri, interventi di associazioni e collettivi, esposizioni artistiche proiezioni di corti, Jem session e dj set e lo spettacolo dell’artista Eleonora Magnifico, punto di riferimento per l'ambiente Queer pugliese.

L’iniziativa avrà come slogan principale “Nessun corpo è Clandestino” per rivendicare l’autodeterminazione e il diritto a una piena cittadinanza  delle persone gay, lesbiche, transgender, bisessuali, Queer e dei/delle migranti e denunciare la violenza di confini, recinti, muri materiali e immateriali.

A Roma, in risposta alle esternazioni del Ministro della Famiglia Fontana che ha negato l’esistenza delle famiglie arcobaleno, si è tenuto un Pride politico e partigiano che ha ricordato  i valori della Resistenza italiana basata sulla conquista della libertà e dei diritti .

Sul solco di tale percorso anche a Brindisi, il coordinamento delle associazioni LGBTQI e dei collettivi femministi intende denunciare il clima intriso d'odio e xenofobia indirizzato ai /alle migranti, ma anche ai/alle rom, alle persone Lgbtqi , alla libertà delle donne da parte di  figure istituzionali che per puro consenso politico impongono una legislazione che viola i principi di solidarietà e i diritti umani.  Rivendica la necessità di uno Stato laico, di azioni concrete di contrasto ai crimini e alle parole d’odio, alle discriminazioni e alla messa ai margini. Chiede una cultura delle differenze e una nuova educazione alle affettività. Esige  scuole inclusive e  politiche del lavoro che sappiano farsi carico della diversità e valorizzarla, anziché considerarla un ostacolo per l’accesso. Sostiene l’approvazione della Legge Regionale contro l’omofobia e la transfobia, fortemente voluta dalle associazioni LGBTQI pugliesi, prima arenata tra le pieghe di Commissioni che ideologicamente hanno provato a fermarne l’iter e poi definitivamente bocciata.

Durante la serata partirà dunque una raccolta firme di sostegno che consegneremo in Regione Puglia. Il Pride nasce come una festa coraggiosamente e orgogliosamente  colorata e gioiosa ‘contro ogni discriminazione e per l'inclusività per questo , per definizione è  antifascista , antisessista e antirazzista. Tutti/e i/le cittadini/e sono invitati/e a partecipare. Liber* di essere, liber* di muoversi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento