menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confindustria e l’istituto comprensivo Centro all’evento nazionale di “Eureka!funziona!” 

Oltre 500 gli alunni delle classi di quinta elementare provenienti da 16 delle 41 città italiane coinvolte nel progetto. Tra questi Francesca Mulise, Riccardo De Filippo, Beatrice Varone e Tommaso Licastro in rappresentanza della V B dell’Istituto Comprensivo “Centro 1” Perasso di Brindisi

BRINDISI - Grande festa oggi a Lucca per i vincitori della sesta edizione di “Eureka!Funziona!”, la gara di costruzioni tecnologiche per giovani inventori. Oltre 500 gli alunni delle classi di quinta elementare provenienti da 16 delle 41 città italiane coinvolte nel progetto. Tra questi Francesca Mulise, Riccardo De Filippo, Beatrice Varone e Tommaso Licastro in rappresentanza della V B dell’Istituto Comprensivo “Centro 1” Perasso di Brindisi, che con l’ ”Eco Eureka Bus” si è aggiudicata il I posto  della fase provinciale. Gli alunni sono stati accompagnati dalle insegnanti Angela Iaia, Lea Conoci e da Vincenzo Gatto (Vice Direttore Confindustria Brindisi) e Roberta Denitto (Area Comunicazione e Formazione Confindustria Brindisi)  che hanno curato a livello locale il progetto.

Il bellissimo Teatro del Giglio è stato per un giorno la scenografia perfetta di giochi, intrattenimenti, interviste ai piccoli protagonisti e spazi espositivi per le loro invenzioni. 

Il progetto Eureka!Funziona! è stato promosso a livello nazionale da Federmeccanica in accordo con il MIUR e con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) e di numerose Associazioni Territoriali di Confindustria. L’obiettivo è educare all’imprenditorialità: stimolare l'ingegno e sviluppare le competenze interdisciplinari e l’attitudine al lavoro di gruppo di migliaia di bambini al terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare. Ai partecipanti è stato richiesto di elaborare, partendo da un kit di materiali, un’invenzione giocattolo traendo ispirazione dalla vita quotidiana. Il principio che anima Eureka! Funziona!, infatti, è proprio quello di utilizzare “l’invenzione” come strumento per imparare.

Ospiti d’onore, oltre agli attori del Teatro Educativo, il prof. Giorgio Häusermann dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF) che ha mostrato ai bambini un assaggio dello spettacolo “la Scatola di Einstein” ed Enrico Mingo, ricercatore dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) nell’area Advanced Robotics e membro del WALK-MAN Team che ha messo a punto il robot umanoide progettato per intervenire in casi di emergenze e disastri naturali, che ha raccontato attraverso video e prototipi, il mondo della meccanica, tema dell’edizione di quest’anno.  


«Il riconoscimento del Miur del valore di Eureka! Funziona! come best practice formativa – evidenzia Federico Visentin, Vice Presidente di Federmeccanica con delega all’Education – ci riempie di orgoglio e, allo stesso tempo, ci stimola ad aumentare il nostro impegno a favore della Formazione e del ruolo centrale che essa ha nella crescita competitiva del nostro Paese. Ci piacerebbe molto che lo spirito “imprenditivo” sperimentato durante Eureka!Funziona! potesse essere portato avanti dai piccoli studenti lungo tutto il loro percorso didattico (dalla scuola all’università). Sarebbe senza dubbio un grande aiuto per affrontare in maniera molto più semplice e consapevole l’ingresso nel mondo del lavoro». 

<< È stata una bella opportunità per incoraggiare la dimensione laboratoriale dello studio scientifico-tecnologico  - ha dichiarato l’insegnante Angela Iaia - e per riconoscere alla scuola la sua fondamentale funzione formativa che non può ignorare le peculiarità socio-economiche del nostro tempo>>.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento