menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa patronale, sulla scalinata di Virgilio 859 posti: per la security costi superiori a quelli degli eventi

Definito il programma. Stanziati 22mila euro per la gestione safety più 8.500 alla Multiservizi per barriere e transenne: attese oltre novemila persone. Ottomila euro per manifestazioni religiose e palio dell’arca

BRINDISI – Sicurezza prima di tutto nei giorni della festa in onore dei santi patroni di Brindisi, con la restituzione alla città della scalinata virgiliana in occasione della processione in mare e dei fuochi, dopo il divieto arrivato lo scorso anno. Security che pesa quattro volte di più rispetto agli eventi religiosi sul bilancio del Comune di Brindisi: quasi 31mila euro, stando ai preventivi per la versione 2018, la seconda dopo l’entrata in vigore della circolare Gabrielli (aggiornata nel frattempo). Per le manifestazioni  proposte da don Cosimo Roma, parroco della Cattedrale, dal 25 agosto al 3 settembre, meno di ottomila euro.

Processione statua San Lorenzo-2-2-2

La delibera di Giunta

Il programma degli eventi e i singoli costi sono stati approvati ieri dalla Giunta, su proposta dello stesso primo cittadino. Riccardo Rossi ha mantenuto la delega alla Cultura, settore affidato a Nicola Zizzi, ex capo di Gabinetto nell’Amministrazione precedente. Capitoli a parte per le luminarie che saranno posizionate lungo i corsi e in via del Mare e  per lo spettacolo dei fuochi pirotecnici, aspetti delegati alla partecipata Energeko con uno stanziamento pari a 53.900 euro.

La scalinata e i posti a sedere

Le bancarelle saranno posizionate in via del Mare, il lunapark in via Spalato, così come già sperimentato lo scorso anno. Per assistere alla processione e ai fuochi, torna a essere disponibile la scalinata rimasta chiusa nel 2017. Sui gradini furono proiettate le immagini dei santi patroni e un'anguria, con appendice di polemiche. Quest'anno potranno trovare posto 859 persone, a fronte di 9.200 arrivi previsti. Sono i numeri forniti al Comune all’ingegnere Marco Vantaggiato, in qualità di consulente dell’organizzatore della festa patronale, vale a dire l’amministratore  della parrocchia Visitazione e San Giovanni Battista nella pontificia Basilica Cattedrale di Brindisi, don Cosimo Roma.

Scalinata virgiliana affollata pe run concerto

“Conoscendo il numero complessivo di gradini, pari a 49, e la dimensione degli stessi si può calcolare il numero di posti a sedere disponibili”, si legge nella relazione tecnica. “Nell’ipotesi che solo la metà dei gradini esistenti possa essere occupata dalle persone sedute, perciò solo 25, avendo calcolato una lunghezza media di circa 16 metri e mezzo per ogni gradino e considerano una larghezza per ogni posto a sedere di 48 centimetri, si perviene a 859 posti”. Chi conterà quanti occuperanno i gradini? Per vedere l’arrivo delle barche e assistere allo spettacolo pirotecnico, più di qualcuno si accontenterà di meno di quei centimetri. Nella relazione è scritto che “nel tratto di lungomare ai piedi della scalinata potrà essere consentito solo un limitato passaggio di persone, sotto lo stretto controllo degli addetti alla sicurezza che ne impedirà la sosta”. Lo scopo è creare una  zona cuscinetto che consenta il deflusso del pubblico.

La fornitura affidata alla Multiservizi

All’altra partecipata, la Multiservizi, il Comune ha affidato la fornitura di tutto quel che occorre per i servizi di security, organizzati ipotizzando la presenza di diecimila persone il sabato sera, in occasione della processione in mare delle statue che raffigurano san Lorenzo e san Teodoro, patroni della città, con successivi fuochi d’artificio. La fornitura riguarderà un palco di sei metri per dieci, con scalette e parapetti, e la posa in opera di “sistemi di sbarramento delle vie di accesso alle manifestazioni con new jersey in calcestruzzo, transenne per una lunghezza di 140 metri, necessaria per la protezione dell’area antistante la scalinata virgiliana per l’interdizione della zona di fronte alla casa del prefetto”. Tutto previsto per sabato primo settembre.

La Multiservizi, con una mail certificata, aveva chiesto 9.760 euro, iva inclusa, a titolo di rimborso spese, ma da Palazzo di città hanno risposto di essere nelle condizioni di riconoscere solo 8.500 euro. Non un euro in più. E così sarà, ovviamente dietro presentazione di fatture.

Jersey e transenne insieme

Il costo della security

Questo costo va ad aggiungersi a quello stimato per la security: 22.317 euro, stando a quanto si legge nel prospetto al quale è stata allegata la relazione tecnica per la gestione della sicurezza, firmata dall’ingegnere Vantaggiato.

Nel quadro economico sono stati inseriti i presidi medici, con un costo pari a 1.200 euro: tre ambulanze, dieci operatori a piedi e un medico per la giornata di sabato 1 settembre, oltre a un’ambulanza con due operatori e un medico per il giorno successivo; noleggio transenne a protezione del lungomare per 5.600 euro; allestimento per 1.500 euro con un responsabile di coordinamento e cinque manovali; noleggio wc omologati per duemila euro per coprire i costi legati a quattro gruppi da quattro bagni, di cui uno per diversamente abili; servizio addetti alla sicurezza per tremila euro. L’importo si riferisce alla spesa prevista per 37 operatori livello C, abilitati ai sensi dell’articolo 3 della legge 609 del ’96.

In elenco anche la fornitura di due estintori portatili a polvere da sei chili per due giorni, al costo di 50 euro e spese tecniche generiche per cinquemila euro.

Gli eventi religiosi

Per gli eventi, invece, il budget è più limitato: non si supera il tetto di ottomila euro. Più esattamente 7.930 euro, per manifestazioni legate alla tradizione della festa patronale. Il programma inizia venerdì 24 agosto con Matteo Farina e i santi patroni, alle 19, nella Basilica Cattedrale. Sabato 25 agosto, messa nel santuario di Santa Maria degli Angeli alle 19, e a seguire (alle 20) processione delle reliquie e della statua di San Lorenzo alla Cattedrale, percorrendo via San Lorenzo, corso Umberto I, piazza della Vittoria, via Santi, via Casimiro e infine via Duomo.

Lunedì 27 agosto, alle 19, in cattedrale, messa con le parrocchie della Santissima Trinità e Santa Lucia, Santissima Annunziata, La Pietà, San Leucio e Cuore Immacolato di Maria. Il giorno successivo, sempre in Cattedrale, alle 19, messa con le parrocchie San Vito Martire, Spirito Santo, Santissima Resurrezione, Sacro Cuore, e San Giustino de Jacobis. Mercoledì 29 agosto, in Cattedrale, alle 19, messa con le parrocchie Santissima Addolorata, San Lorenzo da Brindisi, Cristo Salvatore, San Nicola, Ave Maris Stella, Regina degli Apostoli e San Francesco d’Assissi.

Giovedì 30 agosto, sempre alle 19, messa in Cattedrale e venerdì alle 18,30 messa, a seguire veglia di preghiera in onore dei santi patroni al termine della quale, attorno alle 21, ci sarà la processione con la statua equestre di San Teodoro d’Amasea sino al Tosello posizionato all’incrocio dei corsi. Il percorso sarà il seguente: piazza Duomo, via Duomo, via Casimiro, piazza Matteotti, via Filomeno Consiglio, piazza della Vittoria e incrocio dei corsi.

festa patronale-2

La processione in mare e il discorso di vescovo e sindaco

Il primo settembre, alle 18,30 in Cattedrale, sarà celebrata una messa in onore di san Teodoro e alle 19,30 ci sarà la tradizionale processione in mare. La partenza sarà dal porticciolo turistico di Brindisi con arrivo sulla banchina antistante la scalinata delle colonne romane attorno alle 20-20,15. Successivamente, sono attesi i discorsi alla città del vescovo Domenico Caliandro e del sindaco Riccardo Rossi. Sarà il primo messaggio rivolto a Brindisi da Rossi con la fascia Tricolore. Terminata la cerimonia della consegna del mazzo di chiavi della città, è prevista la processione in centro per accompagnare le statue dei patroni nella Cattedrale.

Domenica 2 settembre, alle 11, in Cattedrale messa officiata dal vescovo con animazione liturgica del coro polifonico San Leucio. Alle 19 messa in onore dei Santi patroni.

Lunedì 3 settembre, stando al programma, alle 19 in Cattedrale è prevista la messa in onore di San Lorenzo, in occasione dell’anniversario dell’ordinazione presbiterale di don Mimmo Roma e alle 20 la processione per riportare la statua di San Lorenzo al santuario di  Santa Maria degli Angeli. La statua di San Teodoro, invece, sarà riportata in Cattedrale.

Gli altri eventi: il calendario civile

Il programma civile che viaggia di pari passo con quello religioso, prevede per domenica 26 agosto, la fiera di San Teodoro con l’associazione Travinieri. Alle 10 nel parcheggio del palazzetto Elio Pentassuglia, benedizione degli animali, nel pomeriggio alle 18,30 sfilata dalla scuola Morvillo Falcone e benedizione.

Lunedì 27 agosto alle 20, Brindisi in età medievale, momento di approfondimento culturale sulla storia della città con Teodoro De Giorgio. L’appuntamento è in Cattedrale. Qui, la sera successiva, sempre alle 20, Katiuscia Di Rocco parlerà di Brindisi in età moderna. Della Brindisi in età contemporanea, invece, parlerà Antonio Caputo, mercoledì 29 agosto, alle 20, in Cattedrale. Giovedì 30 agosto, incontro ecumenico dal titolo “Prospettive del dialogo interreligioso alla luce dell’incontro di Papa Francesco con i patriarchi orientali del 7 luglio 2018 a Bari”.

Sabato primo settembre, alle 10, in piazza Duomo, è previsto il raduno con sfilata di auto e moto d’epoca, preceduto da benedizione. Il percorso è il seguente: via Montenegro, via Camassa, via Sant’Aloy, dia dei Mille, viale della Libertà, via provinciale san Vito, via Ciciriello, via Vespucci, via Primo Longobardo, via Palermo, via Flores, via Duca degli Abruzzi con passaggio davanti alla chiesa Ave Maris Stella, via Umberto Maddalena, via Materdomini, via Torpediniera con sosta sulla diga. Da qui il percorso inverso.

palio dell'arca brindisi-2

Il palio dell’Arca

Domenica 2 settembre alle 18,30, spazio al Palio dell’Arca con l’associazione dei Remuri per ricordare l’arrivo delle reliquie di San Teodoro d’Amasea. L’appuntamento è sulla banchina antistante le colonne romane.

I rimborsi spese

Seicento euro sono stati previsti a titolo di rimborso spese per l’associazione Remuri; 500 euro per l’accoglienza dei relatori per le serate culturali ecclesiastiche; 300 euro per l’accoglienza legata al raduno delle auto d’epoca. E ancora 500 euro per l’associazione Travinieri, duemila euro per le bande musicali, 600 euro per gli sbandieratori, 1.700 per addobbare il tosello e infine 300 euro per i manifesti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: situazione stazionaria, ricoveri in lieve aumento

  • Sport

    Happy Casa Brindisi: missione garanzia primato contro Cremona 

  • Cronaca

    Associazione mafiosa, deve espiare sette anni in una comunità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento