Il PD brindisino fermo anche su Alenia: "Fondamentale la Regione, sterile invocare Fitto"

BRINDISI – La posizione del Partito Democratico brindisino si differenzia nettamente da quella assunta dal presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, anche sulla crisi del sito produttivo Alenia. Era già avvenuto ieri a proposito del progetto del rigassificatore di Capo Bianco, quando il segretario provinciale Corrado Tarantino ha ricordato – quindi anche a Ferrarese – che approfondire e discutere è legittimo, ma che alla fine il programma di maggioranza alla Provincia prevedeva il no all’impianto della Brindisi Lng a Capo Bianco, e che tale resta e resterà la posizione dello stesso Pd.

Corrado Tarantino

BRINDISI - La posizione del Partito Democratico brindisino si differenzia nettamente da quella assunta dal presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, anche sulla crisi del sito produttivo Alenia. Era già avvenuto ieri a proposito del progetto del rigassificatore di Capo Bianco, quando il segretario provinciale Corrado Tarantino ha ricordato - quindi anche a Ferrarese - che approfondire e discutere è legittimo, ma che alla fine il programma di maggioranza alla Provincia prevedeva il no all'impianto della Brindisi Lng a Capo Bianco, e che tale resta e resterà la posizione dello stesso Pd.

Ovviamente è arrivata subito la risposta, ma attraverso il segretario provinciale della Uil (Antonio Licchello è notoriamente in simbiosi politica con Massimo Ferrarese), il quale intanto premette, a proposito delle presunte 18 firme di consiglieri provinciali (in realtà era una precedente richiesta della Commissione ambiente) che reclamano approfondimenti in materia, che "questo atteggiamento è molto significativo perché si comincia ad attuare la vera funzione della democrazia attraverso la conoscenza precisa della questione, il dibattito ed il confronto, cosa che la UIL e parte del Sindacato da sempre chiedono". Come se le posizioni diverse dalla sua fosse basate invece sull'ignoranza della materia.

Leitmotiv che si ripete anche nei confronti di Tarantino : "Le discussioni sono sempre utili, a prescindere dal risultato e dalle decisioni. L'importante - insegna Licchello - che si facciano libere da posizioni di principio o per partito preso viste le dichiarazioni apparse sul Quotidiano di Brindisi del segretario provinciale del PD. Sarebbe opportuno che l'approfondimento tecnico sul rigassificatore fosse ricercato anche da tutti coloro che esprimono in maniera pregiudiziale il no a partire dai dirigenti del PD provinciale, invitando magari a quel tavolo anche il segretario nazionale Bersani da sempre favorevole all'investimento sui rigassificatori".

L'ingerenza della Uil di Brindisi diventa ancora più evidente sulla questione Alenia. Qui oggi sia Tarantino, che il segretario cittadino Enzo Casone sono stati altrettanto chiari: "La Regione sta tentando, in collaborazione con la dirigenza del Distretto Aerospaziale, di evitare di perdere su Brindisi un importante stabilimento per la manutenzione, revisione e trasformazione di aeromobili. Tale iniziativa sta incontrando in verità tempi troppo lunghi, vista l'azione di smantellamento di Alenia su Brindisi già in atto".

Prosegue il comunicato: "Il Partito Democratico provinciale che segue la preoccupante vicenda sin dall'inizio, che ha espresso in modo chiaro la propria visione a favore del mantenimento di quell'insediamento produttivo e di pieno appoggio alle lotte dei lavoratori ed all'azione organizzazioni sindacali, ritiene che si sia ad un punto delicato della vertenza" Dopo aver criticato la rigidità di Alenia e l'indifferenza del governo nazionale, Tarantino e Casone passano ai fatti.

"Il PD, nel sottolineare l'encomiabile impegno degli enti locali (Provincia e Comune di Brindisi), ritiene poco produttiva l'indistinta richiesta di apertura di tavoli avanzata nel mentre tutti si era dato un ruolo fondamentale alla Regione, la quale è stata netta nel richiedere il mantenimento di quell'attività a Brindisi. A tal proposito appare sterile il tentativo di coinvolgere il silente ministro Fitto, le cui attenzioni verso la Puglia appaiono solo di natura elettoralistica senza alcuna spinta di reale riequilibrio tra aree del Nord e quelle del Sud. Tanto non per spirito di parte ma per mera opportunità di coesione di tutto il territorio locale e regionale, la quale soltanto può produrre risultati anche in risposta alla determinazione della controparte e per la maggiore forza contrattuale che si può produrre".

Chiari i dintinguo con le iniziative di Ferrarese. Peraltro, l'intera iniziativa per la ricerca di una soluzione, al momento approdata all'ipotesi Atitech, è seguita direttamente dal vice presidente della Regione e assessore allo Sviluppo, Loredana Capone, del Pd, e dal direttore dell'Area sviluppo e innovazione, Davide Pellegrino, oltre che dal presidente del Distretto aerospaziale pugliese, Giuseppe Acierno, e dalle segreterie regionali dei sindacati.

Licchello non è d'accordo e lancia accuse di volontà politiche avverse alle soluzioni che auspica il sindacato. "È altrettanto importante per quanto ci riguarda il futuro della situazione industriale nel settore aerospaziale perché sono state acquisite (leggendo sulla stampa nazionale) importanti commesse di lavoro dall'Alenia. Per questo chiediamo che tutte le forze politiche facciano le pressioni necessarie a tutti i livelli istituzionali perché il problema dell'Alenia di Brindisi sia superato in maniera definitiva con la permanenza e la continuità produttiva della società nella nostra città. Siamo fermamente convinti che se saranno superati gli ostacoli politici, perché di questo si tratta, la vertenza avrà senz'altro un esito positivo ed il territorio non perderà un insediamento industriale così strategico".

In questa fase, il compito di Corrado Tarantino è tutt'altro che semplice. Sotto i suoi occhi nel Laboratorio Brindisi si sta riproducendo un virus sbagliato rispetto alle aspettative del PD. Ma il partito non intende inasprire le tensioni, pur rimarcando e ricordando la sostanza degli accordi della primavera 2009. L'attesa non sarà lunga, del resto. Il nodo-rigassificatore sta per giungere al pettine.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento