Aqp, vertenza Soci: "Lavori affidati temporaneamente alla nuova ditta"

Una delegazione di lavoratori, preoccupati per la sospensiva del cambio d'appalto, è stata accolta in prefettura

BRINDISI – Anche la prefettura di Brindisi sta seguendo la vertenza riguardante i lavoratori della Soci, ditta che effettua lavori di manutenzione per conto dell’Acquedotto pugliese i cui lavoratori sarebbero dovuti passare alla nuova azienda che si aggiudicato l’appalto. Il Tar di Lecce, però, ha accolto il ricorso presentato dalla Soci, congelando fino al prossimo 10 gennaio, quando è prevista l’udienza di merito, il cambio di appalto. A questo punto si aprono “scenari imprevedibili”, sulla base di quanto un responsabile dell’Acquedotto Pugliese, Gaetano Barbone, ha riferito al sindacato Cobas, che preoccupano i dipendenti.

Questi stamani, accompagnati dal segretario provinciale del Cobas, Roberto Aprile, prima hanno dato vita a un sit in davanti alla sede della prefettura, dove sono stati accolti dal capo di gabinetto, Maria Olivieri, la quale ha garantito che l’ente “ha attivato i suoi canali – si legge in una nota del Cobas - interessando immediatamente l'Acquedotto Pugliese", poi si sono spostati presso la sede dell'Acquedotto Pugliese al rione Sant'Elia.

Qui si sono messi in contatto telefonico con l’ingegnere Barbone, che era partito alla volta di Taranto proprio per affrontare la questione Soci. 
Barbone ha comunicato ai lavoratori che Aqp “aveva preso la decisione di affidare temporaneamente alla ditta che doveva subentrare le attività lavorative, fino alla decisione del Tar”. “Solitamente in questi casi – prosegue il Cobas - si continua ad affidare alla ditta che sta gestendo l'appalto una eventuale proroga, cosa che questa volta non è accaduto”.

Inoltre “i lavoratori – si legge ancora nella nota del Cobas - hanno avuto delle certezze dalla stazione appaltante, cioè l'Acquedotto Pugliese, che questa avrebbe seguito le evoluzioni di questa strana situazione momento per momento per garantire ai cittadini le attività di cui hanno bisogno e ai lavoratori il posto di lavoro”. Il Cobas ha infine  “rivolto questa mattina un invito alla Regione Puglia , attraverso il Capo di Gabinetto della Regione Puglia Claudio Stefanazzi, a porre il massimo della attenzione a questa situazione per tutelare al meglio lavoratori e cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento