rotate-mobile
Economia

Servizi sociali, sindacati: "Criticità gestionali e organizzative"

Chiesta la revoca della delibera sul fabbisogno di personale approvata di recente dal consorzio dei Comuni di Brindisi e San Vito dei Normanni

BRINDISI - “Gravi criticità gestionali e organizzative dell’Ambito e Consorzio Br1” sono denunciate dai sindacati, che chiedono la revoca immediata della delibera sul fabbisogno di personale e sul piano assunzionale per il periodo 2022/2024 approvata lo scorso 3 ottobre dal Cda dello stesso consorzio, costituito dalle amministrazioni comunali di Brindisi e San Vito dei Normanni e presieduto dalla sindaca di San Vito, Silvana Errico. Tale istanza viene sostenuta dai rappresentanti di Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl, Uil-Temp, Fismic, Confintesa. 

I sindacati, in sostanza, manifestano profondo malcontento per non essere stati coinvolti dal Consorzio, prima dell’approvazione della delibera in questione. “Premesso che la materia, contrattualmente, è sicuramente oggetto di confronto sindacale preventivo – si legge in una lettera congiunta indirizzata alla presidente e ai componenti del Cda del Consorzio - registriamo, nostro malgrado, ancora una volta, la continua violazione delle più elementari regole delle corrette relazioni sindacali nonostante le rassicurazioni informali in diverse occasioni ricevute”.

“Tutti i bandi di gara espletati nel breve periodo – si legge ancora nella lettera - ed in ultimo, la delibera del Cda senza un preventivo incontro con le organizzazioni sindacali, palesano una manifesta e reiterata condotta antisindacale che le scriventi intendono denunciare e non più tollerare”. Per questo motivo, oltre alla revoca della delibera, i sindacati hanno chiesto la convocazione di un incontro urgente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi sociali, sindacati: "Criticità gestionali e organizzative"

BrindisiReport è in caricamento