rotate-mobile
Economia Carovigno

Cmc: "Avviata procedura di licenziamento per 43 lavoratori"

Angelo Leo, Fiom: "Solo una eventuale nuova possibile commessa di Leonardo Elicotteri potrebbe salvare le famiglie"

CAROVIGNO  - Si apprende da fonti sindacali che la Cmc ha avviato la procedura di licenziamento collettivo nei confronti dei propri dipendenti. Si tratta di 43 lavoratori, da tempo in cassa integrazione, che fino a circa un anno fa erano impegnati in una commessa appaltata dallo stabilimento Leonardo divisione elicotteri di Brindisi, successivamente affidata a delle unità della stessa Leonardo, provenienti dalla fabbrica di Grottaglie.

Assemblea lavoratori Cmc-2

La notizia dell’avvio della procedura è stata comunicata ieri ai sindacati Fiom, Fim e Uil nel corso di un incontro con il nuovo amministratore dell’azienda, con sede a Carovigno, che si è svolto presso la sede di Confindustria Brindisi. “Solo una eventuale nuova possibile commessa di Leonardo Elicotteri - sostiene il segretario generale della Fiom Cgil Brindisi, Angelo Leo - potrebbe salvare le famiglie dalla disperazione del licenziamento e dalla conseguente caduta in povertà delle maestranze altamente qualificate nel settore”. Le organizzazioni sindacali hanno intanto proclamato una assemblea in fabbrica con tutti i lavoratori “per impedire - prosegue Leo - lo scempio del licenziamento”.

“Ancora una volta – dichiara il sindacalista - il territorio di Brindisi rischia di perdere una azienda con 50 lavoratori. Istituzioni, politica, industrie sono chiamate ad impedire che tutto ciò si consumi nell'indifferenza”. Sorte analoga era toccata nel 2019 anche a 140 lavoratori di un’azienda attiva nel settore aerospaziale, la Tecnomessapia. Sempre in bilico anche la situazione di 74 dipendenti della Dcm (ex Gse) la cui cassa integrazione è in scadenza il prossimo aprile. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cmc: "Avviata procedura di licenziamento per 43 lavoratori"

BrindisiReport è in caricamento