Ennesimo cambio di appalto con esuberi: la Fiom chiede incontro

Manutenzioni Cerano: sette lavoratori della ditta uscente Main pronti alla lotta. Deserta la prima riunione

BRINDISI – Ennesimo cambio di appalto con rischio di perdita di posti di lavoro, nel settore delle manutenzioni alla centrale Enel di Cerano. La Fiom Cgil denuncia oggi che sette degli dipendenti della ditta in uscita, la Main,  risultano in esubero rispetto ai piani delle tre imprese subentranti, ma solo una delle nuove appaltatrici si è presentata oggi all’incontro con il sindacato convocato in Confindustria: assenti le altre due, e la stessa Main.

Ciò rischia di inaspire gli animi, sottolinea il segretario della Fiom brindisina, Angelo Leo, e di innescare la solita guerra tra poveri in un territorio che non può certo permettersi riduzioni anche minime dell’occupazione nel settore industriale. I sette lavoratori in esubero non si rassegneranno ad essere espulsi dal posto di lavoro, e il sindacato sarà con loro.

Pertanto, prosegue Leo, la Fiom Cgil rinnova a tutte le parti l’invito a partecipare ad una nuova riunione, o presso Confindustria o presso la Cna, alla presenza di Enel, per affrontare la questione del riassorbimento delle sette unità considerate in esubero, che “non si rassegneranno certo ad un futuro da disoccupati” e sono pronte ad azioni di lotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Banditi nel McDonald's del Brin Park affollato di bambini

  • Incendio in un condominio, in salvo persone bloccate

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

  • Sorpreso in piazza con 21 grammi di cocaina: arrestato brindisino

  • Oltre 40 grammi di cocaina nascosti in cucina: arrestato un operaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento