Martedì, 16 Luglio 2024
Economia

Pnrr, una web agency di Brindisi vince il bando per la transizione digitale

La Gaw è quinta nella graduatoria del Mezzogiorno e prima in Puglia ad aver ricevuto il finanziamento. Obiettivo: realizzare giochi digitali interattivi con scopo educativo

BRINDISI - La Gaw Web Agency di Brindisi è quinta nella graduatoria del Mezzogiorno (ambito Audiovisivo e Radio) e prima in Puglia ad aver ricevuto il finanziamento del bando Pnrr Tocc a sostegno delle imprese culturali e creative per la transizione digitale, per un totale di 100 mila euro. Ammesso, quindi, con un punteggio di 88, il progetto “Gavel - un gioco per tutti” che ha l’obiettivo di realizzare giochi digitali interattivi con scopo educativo.

“Vogliamo contribuire alla formazione dei bambini attraverso strategie ludiche e metodologie didattiche innovative - spiegano Stefano Casoar e Stefano Baldassarre, ceo e founder della Gaw - Attraverso questo progetto realizzeremo strumenti digitali utili ad implementare iniziative educative nelle scuole primarie in orario extra curriculare per contrastare i cali di apprendimento scolastico e per supportare la preparazione alle prove Invalsi, cioè le verifiche nazionali periodiche e sistematiche sulle conoscenze e abilità degli studenti e sulla qualità complessiva dell'offerta formativa del sistema scolastico. Il digitale è una grande opportunità per formare i più giovani e i genitori non devono vederlo come una minaccia. I valori che vogliamo dare saranno rappresentati dalla capacità di mixare narrazione, educazione e tecnologia. Vogliamo creare contenuti di qualità per far scoprire ai bambini in età scolare (7-9 anni) le materie Steam (scienze, tecnologia, ingegneria, artistico e matematica), ma anche sensibilizzare su tematiche sociali, ambientali e corretti stili di vita nell’ottica della transizione ecologica”. 

I giochi, inoltre, saranno realizzati per essere fruiti da parte di tutti i bambini e delle bambine e accessibili in situazioni di neuro atipicità, poiché uno dei principali obiettivi progettuali è proprio quello di raggiungere tutti gli alunni e le alunne anche i più vulnerabili perché la didattica possa essere inclusiva oltre che divertente. Ecco perché parte della produzione sarà dedicata ai ragazzi con Dsa, studenti con Bes e bambini affetti da autismo ed ecco perché il claim di progetto, richiamando le parole chiave da cui nasce il titolo GAme e leVEL, è proprio “Un gioco per tutti”. 

Il progetto coinvolgerà, quindi, istituzioni scolastiche, enti no profit e tutte le organizzazioni pubbliche e private che a vario titolo sono interessate a partecipare attivamente alla progettazione operativa, esplicitando i bisogni formativi, alla sperimentazione, adottando lo strumento digitale nella propria offerta formativa, ed alla condivisione dei risultati progettuali.

Finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Progetto Next Generation Eu attraverso i fondi destinati al Pnrr, con il supporto della direzione Generale Creatività Contemporanea del ministero della Cultura e dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. – Invitalia S.p.a, il bando Tocc ha assegnato complessivamente 108 milioni di euro a 1.860 micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit, operanti nei settori culturali e creativi, di cui 661 dalle regioni del Mezzogiorno e 1.199 dalle altre regioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, una web agency di Brindisi vince il bando per la transizione digitale
BrindisiReport è in caricamento