“La guerra del vino” mostra fotografica documentaria

TORCHIAROLO - Organizzata da Residenti in Piazza Castello - Torchiarolo - Social Street e il giornale Amici de Lu Torchiu con il contributo di Banca Popolare Pugliese la mostra fotografica è il frutto di un lavoro di ricerca svolto da Valentina Pennetta e Alfredo Polito. A pochi anni dalla riforma agraria che aveva acceso le speranze di contadini senza terra – che si erano impegnati in una ennesima opera di cambiamento di aree agricole arretrate impiantando culture arboree, in particolare vigneti – i «giganti della trasformazione», come furono definiti i contadini pugliesi dal grande economista salentino Antonio De Viti De Marco, si ritrovarono impotenti a fronteggiare la febbre speculativa del sistema di commercializzazione dei prodotti. La forte tensione sociale sfociò in un ennesimo eccidio determinato dall’azione repressiva della “Celere”, in base alle direttive emanate dal ministero dell’Interno, guidato in quegli anni prima da Mario Scelba e poi da Ferdinando Tambroni.
Dopo l’eccidio diversi esponenti della CGIL e del Partito comunista, tra cui Giuseppe Di Vittorio e Giorgio Napolitano, ex Presidente della Repubblica, si recarono nelle zone interessate non solo per manifestare la solidarietà alle famiglie delle vittime e per evitare ogni forma di speculazione, ma per riportare la situazione alla normalità, alla legalità ed al rispetto delle regole democratiche.

Ringraziamo gli autori e l'Archivio di Stato di Brindisi per la gentile concessione delle foto La mostra si svolgerà presso il Palazzo Tarantini in Piazza Castello, luogo emblematico poiché proprio lì davanti esplose la rivolta che coinvolse nelle ore successive i comuni di San Pietro Vernotico, Cellino San Marco e San Donaci.

Inaugurazione il 1° aprile ore 19:30. Accessibile fino al 7 aprile.
orario festivo: 9:00/13:00- 17:30/21:00
orario feriale : 18:00/ 21:00

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

I più visti

Potrebbe interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento