menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dona la vita": incontro sulla donazione di organi in una scuola di Fasano

Il 9 marzo 2017 dalle ore 10.00 alle 13.00 si svolgerà un incontro con i docenti e gli studenti del Liceo Classico e Scientifico “Leonardo da Vinci” di Fasano con i quali saranno affrontati argomenti inerenti il percorso organizzato della donazione e del trapianto di organi

“Da diversi anni l’Istituto italiano per gli Studi filosofici, nell’ambito della Giornata mondiale del rene che si celebra il 9 marzo, coordina una serie di eventi intitolati ‘Sopravvivere non basta’, manifestazioni organizzate in diversi Paesi dell’area mediterranea.

Si tratta di eventi che focalizzano problematiche cliniche, etiche e sociali relative alla malattia renale cronica: obiettivo delle iniziative è lo sviluppo e la diffusione della cultura della donazione di organi. Il gruppo di Coordinamento per la Donazione e Trapianto della Asl Br continua ad aderire al progetto organizzando una serie di eventi, anche in collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio impegnate sul tema.

Il 9 marzo 2017 dalle ore 10.00 alle 13.00 si svolgerà un incontro con i docenti e gli studenti del Liceo Classico e Scientifico “Leonardo da Vinci” di Fasano con i quali saranno affrontati argomenti inerenti il percorso organizzato della donazione e del trapianto di organi.

Dopo i saluti delle autorità, introduce e relaziona la Dr.ssa Grazia Bellanova dell’Unità Operativa Nefrologia e Dialisi di Francavilla Fontana, seguono gli interventi del Dr. Massimo Calò dell’Unità Operativa di Rianimazione dell’Ospedale Perrino di Brindisi, della  Prof.ssa Marisa Sansonetti Presidente AIDO Fasano. Sono previste anche le testimonianze di pazienti che hanno ricevuto il dono della vita. In chiusura il concerto per la vita a cura del gruppo musicale “Blue Trail”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento