Ospedale Melli: "Lenzuola sporche, ragnatele alle pareti, pavimenti luridi"

Si presenta così il reparto di Lungodegenza dell’ospedale Ninetto Melli di San Pietro Vernotico, l’unico nosocomio del Brindisino trasformato in Pta solo sulla carta

SAN PIETRO VERNOTICO – Lenzuola sporche, ragnatele alle pareti, pavimenti luridi con macchie di urina. Si presenta così il reparto di Lungodegenza dell’ospedale Ninetto Melli di San Pietro Vernotico, l’unico nosocomio del Brindisino trasformato in Pta solo sulla carta (sul sito internet dell'Asl Brindisi compare nell'elenco dei Presidi territoiali di assistenza). Quello che è rimasto del grande ospedale che un tempo era in grado di soddisfare il fabbisogno di diversi Comuni e che oggi è a malapena un'appendice del Perrino, da quanto segnala un’utente, è anche mal tenuto. Sporco.

“Buongiorno vorrei segnalare una cosa che riguarda l'ospedale di San Pietro Vernotico dove vengono spostati i pazienti dell'ospedale Perrino di lunga degenza al primo piano: la sporcizia dei pavimenti appiccicosi delle sacche di urina che perdono e non viene lavato ma a malapena passato uno straccio asciutto”.  Scrive una lettrice esasperata.

“Le lenzuola sporche perché pare non abbiano il cambio per tempo. Le ragnatele alle pareti. Una giovane coppia ha perfino chiesto ad infermiera ed Oss (Operatore socio assistenziale, ndr) il secchio e lo straccio offrendosi di lavare a terra perché hanno una parente ricoverata. Qualcosa di inaudito! Hanno risposto che non sapevano dove fossero”.

Una situazione che lascia senza parole. Quel poco che è rimasto versa anche in precarie condizioni igienico-sanitarie dove si rischia anche di contrarre infezioni. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina: banditi tra la gente nella galleria Le Colonne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

  • Dimostrazione gratuita di rianimazione cardiopolmonare con Albano Carrisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento