menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket in lutto: addio a Roberto Maruccia, leone del San Marco

Maruccia si è spento a 50 anni, dopo una lotta con una malattia. Decine i messaggi di cordoglio su Facebook

BRINDISI – Si è spento a 50 anni, dopo una lotta con una malattia, Roberto Maruccia, ex militare della Brigata Marina San Marco, personaggio molto noto nell’ambiente cestistico brindisino, per i suoi trascorsi da giocatore, dirigente e allenatore. Maruccia, originario di Taranto, fu costretto a lasciare la divisa nel 2016, a causa della malattia.

“Correva novembre 1987 – si legge in un post dell’epoca di Maruccia – quando percorsi la diga di Pedagne e da quel giorno non ho mai abbandonato il San Marco innamorandomene sempre di più, avendo avuto o la fortuna o la forza di conoscere allora come oggi così come nel corso dei 30 anni delle persone, anzi uomini, favolosi professionisti, seri, impegnati a volte anche oltre, molto oltre. Per questo sono grato a tutti quelli che hanno contribuito alla mia formazione professionale e non”.

Maruccia è stato presidente della società di basket Asteryx, che nel 2013, con la squadra femminile, ottenne la promozione in Serie B. In occasione dell’ultima festa della Marina Militarenricevette la Medaglia Mauriziana. Maruccia ha esalato il suo ultimo respiro intorno alla mezzanotte. Fin dalla prime luci del giorno decine di messaggi di cordoglio vengono riversati sui profili Facebook delle tante persone che lo avevano cosciuto in caserma, in una delle missioni a cui ha preso parte o su un campo di basket. Nei pressi della chiesa di Mesagne, la camera ardente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento