Lunedì, 15 Luglio 2024
Basket

Happy Casa Brindisi: a Napoli con il probabile ritorno di Xavier Sneed

Gli uomini di coach Corbani alla ricerca della prima vittoria stagionale dopo quattro sconfitte, fra campionato ed Europe Cup. Palla a due domenica 22 ottobre al PalaBarbuto

Happy Casa inizia un vero tour de force che poterà la squadra da Brindisi a Napoli, dove sarà impegnata in campionato, domenica al PalaBarbuto, per raggiungere poi direttamente dalla città campana Tallinn, capitale dell’Estonia, dove giocherà mercoledì 25 ottobre la partita di Fiba Europe Cup, contro Kalev/Cramo, per fare poi ritorno in città giovedì della prossima settimana per disputare la partita di campionato contro Pistoia, in programma domenica 29 ottobre alle ore 17.30. 

Anche Xavier Sneed fra i convocati

Con coach Corbani, lo staff tecnico e quello medico, sono partiti per la lunga doppia trasferta di Napoli e Tallinn tutti i giocatori disponibili componenti il roster di Happy Casa, ad eccezione del play Jeremy Senglin. Della comitiva, pertanto, farà parte anche Xavier Sneed che probabilmente sarà impegnato in relazione all’andamento della prima partita di Napoli o in quella successiva di Tallinn. Il giocatore curato dallo specialista ortopedico dottor Antonio Orgiani, ha completato il ciclo riabilitativo seguito dal dottore Peppino Palaia e dallo staff medico ma non è stato ancora deciso se disputerà già uno scampolo contro Gevi Napoli o, contro la formazione di Kalev/Cramo il mercoledì successivo a Tallinn, in Estonia. Il giocatore è aggregato stabilmente alla squadra, andrà certamente in panchina ma potrebbe anche restare precauzionalmente a riposo per averlo in perfette condizioni fisiche e di forma nella partita di campionato contro Pistoia, in programma la domenica successiva al PalaPentassuglia.

Happy Casa Brindisi a Napoli con sintomi di ripresa. Il “ruolo di JJ Johnson”

La partita di Europe Cup contro Saragozza è servita a dimostrare che Happy Casa Brindisi ne è poi la squadra bistrattata vista in campo contro Pesaro ed a chiarie anche alcuni dubbi di impostazione tattica che potrebbero essere utili contro Gevi Napoli. Caso simbolo della partita è stato Jajuan Johnson, passato clamorosamente dai fischi impietosi che lo hanno accompagnato in panchina a conclusione della sua prestazione contro Pesaro, agli applausi scroscianti per la brillante prestazione offerta, soprattutto in attacco, con Saragozza. Da questa esperienza risulta evidente che coach Corbani dovrà rivedere la posizione del giocatore americano che ha dimostrato di trovarsi a proprio agio nel ruolo di “numero 4” essendo troppo leggero per giocare da pivot dove i pari ruolo sono spesso più pesanti ed ingombranti rispetto alla sua stazza più sottile. Così coach Corbani potrà schierare contro Gevi Napoli Jordan Bayehe nel ruolo centrale che, sia pure anche lui abbastanza leggero, meglio si adatta rispetto a Johnson, per dare maggiore consistenza alla difesa e soprattutto perfezionare gli scambi per evitare i continui mismatch, un gap che ha finora caratterizzato le prestazioni difensive della squadra.

Johnson 2-3

Cabina di regia cercasi 

A Napoli sarà ancora emergenza in cabina di regia. In assenza di Jeremy Senglin , coach Corbani affiderà il ruolo ancora a Jamel Morris mentre è incerto l’utilizzo di Tommy Laquintana, uscito dal campo dolorante dopo aver chiesto il cambio, nel corso della partita contro Saragozza di mercoledì scorso. È appena il caso di ricordare che la gestione dell’ultima palla, prima con Senglin, a Casal Monferrato, e poi con Morris contro Saragozza, sono costate due sconfitte pesanti ad Happy Casa, così come le numerose palle perse che sono diventate una costante negativa da risolvere con la maggiore attenzione e con il necessario equilibrio tattico. Contro Gevi Napoli sarà necessaria maggiore attenzione anche da parte di coach Corbani nella migliore e più giusta distribuzione di minutaggio in campo soprattutto nei confronti di giocatori che possono tornare più utili, se non proprio determinanti, ai fini del gioco e del risultato.

Morris in Europe Cup 

Gevi Napoli, avversario difficile per un’impresa ardua 

La squadra di coach Milicic è la vera sorpresa di questo inizio di campionato, per aver battuto l’Olimpia Milano e la Dinamo Sassari, vale a dire due fra le formazioni più agguerrite del campionato, uscendo sconfitta solo contro Brescia, squadra fra le probabili protagoniste del torneo. Una squadra forte, pertanto, che Brindisi avrebbe preferito incontrare in altro periodo, non certo dopo tre sconfitte consecutive e la necessità di dover vincere ad ogni costo per lasciare l’ultimo posto in classifica.

Si gioca al PalaBarbuto

Il derby Gevi Napoli-Happy Casa Brindisi si gioca al PalaBarbuto, di Via dei Giochi del Mediterraneo, di Napoli, con palla in due alle ore 17.30. La partita sarà diretta dal primo arbitro Carmelo Paternicò che sarà assistito da Alessandro Perciavalle e Silvia Marziali. La partita sarà teletrasmessa in diretta dalla rete privata DAZN, con inizio alle ore 17.30, mentre la radiocronaca sarà come di consueto affidata alla emittente brindisina Ciccio Riccio condotta dalla giornalista Lilly Mazzone con il commento tecnico dell’esperto coach Tonino Bray e con interviste e commenti di fine partita 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa Brindisi: a Napoli con il probabile ritorno di Xavier Sneed
BrindisiReport è in caricamento