Sport

Cocente beffa per l'Enel a Pesaro, raggiunta e battuta nell'ultimo quarto

Da una possibile vittoria straripante alla sconfitta più cocente: l'Enel esce sconfitta dall'Adriatic Arena e regala alla Consultivest Pesaro la seconda vittoria di campionato. Finisce 75-70, contro la squadra più debole fin qui incontrata dai brindisini. Una partita che nei primi 17 minuti sembrava una passeggiata

PESARO - Da una possibile vittoria straripante alla sconfitta più cocente: l'Enel esce sconfitta dall'Adriatic Arena e regala alla Consultivest Pesaro la seconda vittoria di campionato. Finisce 75-70, contro la squadra più debole fin qui incontrata dai brindisini. Una partita che nei primi 17 minuti sembrava una passeggiata verso il terzo successo di fila, si è trasformata in soli tre minuti in un match molto problematico.

L'Enel infatti ha iniziato in grande tranquillità: 10-20 nel primo periodo, 21-35 nel secondo, con Banks a fare da ariete e Gagic, Zerini e Kadji a dominare al rimbalzo. Brindisi raggiunge il massimo vantaggio (+14) pur sprecando occasioni da sotto e dalla lunetta. Verso la fine del secondo periodo il pubblico inizia a fischiare i pesaresi, e finalmente dalla Consultinvest arriva una reazione. Brindisi si fa trovare impreparata e si va negli spogliatoi sul 35-39, con i padroni di casa che capitalizzano tre minuti di basket giocato ad alta intensità.

Scott-4Pesaro rientra dagli spogliatoi rinfrancata dalla rimonta e ancora carica, l'Enel invece è in affanno, e cosi Christon e Lacey ne approfittano per pareggiare i conti ed effettuare il sorpasso (48-46). Reynolds e compagni inizialmente fanno fatica a riprendere in mano la partita, poi ci pensano Banks, con nove punti consecutivi, ed Harris, con una tripla allo scadere, a riportare Brindisi avanti di 5 (51-56). L'ultimo quarto è la fotografia dell'intera partita: l'Enel si porta a +9, poi si fa raggiungere dagli uomini di Riccardo Paolini, continuando a sprecare occasioni incredibili sotto canestro. E così, a 3 minuti dalla sirena il risultato è apertissimo: 62-62.

Il pubblico casalingo passa dalla contestazione al sostegno infuocato per la propria squadra. Pesaro ci crede e si porta avanti di 3 (69-66) a 34 secondi dal termine. Banks e Harris bruciano i liberi finali, la Consultinvest festeggia la seconda vittoria. È mancato Reynolds, per una serata sotto tono, ma soprattutto sono mancate lucidità e voglia di chiudere la partita nel momento più propizio. Bene Banks, Scott e Kadji: quest'ultimo dà pochi minuti ma ben 16 rimbalzi. (Le foto sono di Vito Massagli)

scout Pesaro-Brindisi-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocente beffa per l'Enel a Pesaro, raggiunta e battuta nell'ultimo quarto

BrindisiReport è in caricamento