rotate-mobile
Sport

Stop a Ischia per il nuovo Brindisi

ISCHIA – Niente da fare per il Città di Brindisi alla sua prima vera prova del fuoco, quella con una delle squadre candidate alla promozione che proprio oggi ha impresso la svolta ad un percorso cominciato male. L’Isolaverde ha sempre tenuto le redini del gioco tranne che per un breve periodo dopo la metà del secondo tempo, appena una decina di minuti in cui il Brindisi non è riuscito neppure a pareggiare la rete subita al 38’ su tiro angolato di Savio. Mignogna non appare in palla come nelle altre occasioni.

ISCHIA - Niente da fare per il Città di Brindisi alla sua prima vera prova del fuoco, quella con una delle squadre candidate alla promozione che proprio oggi ha impresso la svolta ad un percorso cominciato male. L'Isolaverde ha sempre tenuto le redini del gioco tranne che per un breve periodo dopo la metà del secondo tempo, appena una decina di minuti in cui il Brindisi non è riuscito neppure a pareggiare la rete subita al 38' su tiro angolato di Savio. Mignogna non appare in palla come nelle altre occasioni.

Giusto il tempo per rifiatare dopo un lungo arrembaggio alla porta difesa da Rosti, che al 78' Sabia spedisce la palla all'incrocio dei pali dove il portiere brindisino non avrebbe mai potuto raggiungerla, e la partita dei ragazzi di Boccolini, che nel tentativo di pareggiare il conto si scoprono alla ripartenza della squadra di casa, si chiude a quel punto, sotto l'attacco dei locali che dopo il 2 a 0 sembrano aver superato i problemi di condizione.

Al 53' Cosi e Scarcella rilevano rispettivamente Greco e D'Amblè, poi al 61' Boccolini manda in campo Prisco per Galetti. Ma non c'è niente da fare. Anzi, è l'Ischia a mancare il 3 a 0 sotto la spinta del pubblico casalingo. L'invito rivolto ai tifosi dalla società biancoazzurra rivela tutta la sua saggezza: la strada sarà lunga e difficile, bisogna fare un passo dopo l'altro senza perdere concentrazione. La prossima sarà in casa con l'Irsinese.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ischia Isolaverde 2 - Città di Brindisi 0

Ischia Isolaverde (4-4-2): Incarnato, Finizio, Tito, Sabia, Micallo, Scarlato (68' Chiariello), Mazzeo (81' Cordua), Ausiello, Savio, Sarli (63' Saurino), Trofa. A disp.: Bardet, Esposito, Costagliola, Manna, Saurino.

Città di Brindisi (4-4-2): Rosti, Ciano, D'Amanzo, Buono, Taurino, Kettlun, Greco (53' Cosi), De Roma, Galetti (61' Prisco), Mignogna, D'Amblè (53' Scarcella). A disp.: Di Gregorio, De Padova, Stabile, Dell'Anna. All. Luigi Boccolini.

Arbitro: sig. Emanuele Mancini di Fermo

Primo assistente: sig. Andrea Leopizzi di Ancona

Secondo assistente: sig. Tiziano Barcaglioni di Jesi

Marcatori: 39' Savio e 78' Sabia

Ammoniti: 22' Sabia e 70' Mazzeo (I); 58' Buono e 62' Prisco (CB)

Calci d'angolo: 5-3 (3-2)

Recuperi: 1' pt e 5' st

Spettatori: circa mille di cui cento ospiti

Note: presente in tribuna Luis Vinicio, allenatore della Brindisi Sport nelle stagioni 1969-70, 1971-72 (promozione in serie B) e 1972-73

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Risultati Girone H: Casertana-Turris 3-0 F.Trani-Francavilla 0-1 Gaeta-Martina Franca 0-3 Grottaglie-V.Casarano 2-1 Irsinese-A.Cristofaro O. 1-1 Ischia-Brindisi 2-0 Nardò-Campania 1-1 Sarnese-Real Nocera S. 4-0 V.Unitis-Internapoli C. 2-2

Classifica Girone H: Francavilla 9 punti; Campania, Martina Franca e Nardò 7; Brindisi e Sarnese 6; Casarano, Casertana, Grottaglie, Irsinese e Ischia 4; Gaeta 3; Angelo Cristofaro, Internapoli e Real Nocera Superiore 2; Trani e Viribus Unitis 1; Turris 0.

Prossimo turno (domenica 25 settembre): A.Cristofaro Oppido L.-Fortis Trani Brindisi-Irsinese Campania-Gaeta Francavilla-Sarnese Internapoli Camaldoli-Ischia Martina Franca-Viribus Unitis Real Nocera Superiore-Casertana Turris-Grottaglie Virtus Casarano-Nardò

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop a Ischia per il nuovo Brindisi

BrindisiReport è in caricamento