Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E nel Canale Pigonati appare il più famoso veliero d'Italia

 

BRINDISI - E' arrivata nel porto interno alle 8, stagliandosi nel Canale Pigonati come in una scena d'altri tempi, quando si navigava solo a vela e a Brindisi c'era un bel traffico di brigantini, golette, e grosse navi da carico per il cabotaggio costiero. Ma quella arrivata stamattina è nave Amerigo Vespucci, il fiore all'occhiello dell'attività formativa della Marina Militare e ambasciatrice dell'Italia nel mondo, durante le sue crociere d'istruzione transoceaniche o in acque europee e mediterranee. Oggi e domani i brindisini potranno salire a bordo, tra legni e ottoni tirati a lucido, scotte bene in chiaro, come si insegna a fare ai veri marinai, curiosando sotto i pennoni dei tre alberi (bompresso escluso) del famoso veliero.

Qui la vita, addolcita da varie ristrutturazioni inclusa quella per poter ospitare adeguatamente a bordo anche le cadette dell'Accademia, oltre ai colleghi maschi, rimane comunque impegnativa, più spartana e all'insegna del lavoro, soprattutto quando il Vespucci naviga sotto vela. Spiegano tutto, a turno il comandante capitano di vascello Roberto Recchia,che proprio in queste ore lascerà la plancia al collega subentrante, e il nuovo numero uno della nave, il parigrado Stefano Costantino. Dopo la due giorni di Brindisi, l'Amerigo Vespucci andrà ad annusare il vento alla cinquantesima edizione della Barcolana, la regata con più iscritti al mondo, a Trieste. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento