Morta dopo un violento pestaggio, gli arresti dei carabinieri

La cegliese Sonia Nacci è deceduta il 22 dicembre, in seguito a un'aggressione. Ci sono due indagati: sono padre e figlio

CEGLIE MESSAPICA - Ci sono due arresti per la morte di Sonia Nacci, deceduta il 22 dicembre scorso all'ospedale di Taranto, in seguito a un brutale pestaggio. Si tratta di Giovanni e Christian Vacca, padre e figlio, rispettivamente di 41 e 21 anni. Sono stati arrestati all'alba di oggi (26 gennaio 2021) dai carabinieri di San Vito dei Normanni, coordinati dal capitano Antonio Corvino, unitamente ai colleghi della stazione di Ceglie Messapica. I militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare.

Sonia Nacci, 43enne, fu pestata violentemente nei pressi dell'abitazione dei due indagati. Nella ricostruzione degli investigatori si parla di una lite. Tornata a casa, si sentì male. Fu il figlio 15enne a chiamare il 118. Trasportata dapprima al Pronto soccorso di Francavilla Fontana, venne poi trasferita all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, in seguito all'aggravarsi del quadro clinico. 

La donna fu pestata a sangue nei pressi dell'abitazione dei due indagati, dopo una lite, tornata a casa si sentì male. Il figlio 15enne chiamò il 118. Fu portata al Pronto soccorso di Francavilla Fontana, inizialmente le sue condizioni non sembravano preoccupanti ma nel giro di poche ore il quadro clinico si aggravò. Fu sottoposta a intervento chirurgico alla milza. Dopo qualche ora il suo cuore cessò di battere. I carabinieri del Nor, diretto dal tenente Alberto Bruno, si misero subito al lavoro e oggi hanno catturato i presunti responsabili.

Si parla di

Video popolari

Morta dopo un violento pestaggio, gli arresti dei carabinieri

BrindisiReport è in caricamento