rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Renzi sbarca a Brindisi e dribbla la stampa. Qualche contestazione

Arriva a Brindisi il treno di "Destinazione Italia" con cui Matteo Renzi batterà tutta la penisola in vista delle elezioni politiche del 2018. Ma la sua tappa è San Vito dei Normanni

Il treno di "Destinazione Italia" porta Matteo Renzi sino a Brindisi, ma per raggiungere il luogo dell'evento ci sono altri 20 chilometri da fare in auto: per pura coincidenza si tratta dell'Ex Fadda di San Vito dei Normanni, uno dei più riusciti esperimenti di quel progetto chiamato "Bollenti Spiriti" su cui avevano fortemente puntato il compianto assessore regionale Guglielmo Minervini e il governatore di quella giunta (altrettanto rimpianta da chi contesta Michele Emiliano, ormai tanti), Nichi Vendola.

Renzi balza fuori dalla carrozza, assieme al sindaco di Bari, Antonio Decaro, e al segretario regionale del Pd, Marco Lacarra. Sotto la pensilina lo attendono una trentina di dirigenti e militanti del Pd locale e un nutrito gruppo di uomini delle forze dell'ordine, con il questore Maurizio Masciopinto.

Ci sono il consigliere regionale Fabiano Amati, i due contendenti alla segreteria provinciale, Rosetta Fusco e Mario Monopoli (quest'ultimo renziano), il segretario cittadino Francesco Cannalire.

ex fadda-4

Ci sono anche alcuni giornalisti con i microfoni e i registratori spianati, ma Renzi li dribbla perchè il suo tour non prevede soste fuori programma, e la piccola ressa mediatica diventa un vano codazzo sino all'esterno della stazione, in piazza Crispi. Qui ci sono tre o quattro contestatori. Niente di cui il segretario nazionale del Pd debba meravigliarsi o sorprendersi. Fa parte della routine.

Il più agitato viene allontanato di peso dal personale della Digos prima che possa entrare in contatto con un militante del Pd che lo aveva affrontato verbalmente. E Matteo Renzi va verso l'ex stabilimento vinicolo dove aleggia l'ombra di un'altra sinistra, e di un'altra epoca. Lì lo attendono gli amministratori della cittadina, con in testa il sindaco Domenico Conte, sostituto commissario della Polizia di Stato in servizio, la giunta di centrosinistra e le delegazioni del Partito democratico giunte da altri centri del Brindisino. (Marcello Orlandini)

Video popolari

Renzi sbarca a Brindisi e dribbla la stampa. Qualche contestazione

BrindisiReport è in caricamento