rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

Scambio con lo Stato: il Comune prende in carico 24 beni del patrimonio pubblico

Annuncio questa mattina a palazzo di città a Brindisi della firma di un protocollo tra il Comune di Brindisi e l'Agenzia del Demanio che - come viene spiegato nelle interviste - affiancherà l'amministrazione civica nella gestione del patrimonio pubblico, sia per le acquisizione che per le cessioni.

Il direttore dell'Agenzia del Demanio, Vincenzo Capobianco, anticipa che in questa percorso c'è ad esempio il passaggio dallo Stato al Comune dell'area di Parco Bove, operazione che consentirà le bonifiche e le operazioni di recupero necessarie, in cambio della cessione al Ministero della Difesa di due caserme occupate dall'Arma dei Carabinieri, che comportano solo oneri per le casse dell'amministrazione comunale.

Sono 24 i beni che transiteranno al Comune, sulla base di un ulteriore protocollo. Tra questi, l'ex palazzo degli uffici finanziari. Il Comune potrà anche alienare tali beni, nell'ottica dell'attuazione del federalismo demaniale, riservando tuttavia un a quota degli introiti alla stessa Agenzia del Demanio, che comunque garantirà come già detto l'assistenza tecnica necessaria.

Nel corso della conferenza stampa, il commissario straordinario al Comune di Brindisi, prefetto Santi Giuffrè, ha dato disposizioni ai servizi comunali di predisporre e divulgare la lista dei beni del patrimonio pubblico brindisino che passeranno da altre amministrazioni a quella della città.

Video popolari

Scambio con lo Stato: il Comune prende in carico 24 beni del patrimonio pubblico

BrindisiReport è in caricamento