Torna il progetto "Il Paradiso dello sport" nel Cag di Brindisi

Il progetto, finanziato da Fondazione Decathlon, è realizzato dalla associazione Asd Mfr (Capofila) insieme ad una cordata di associazioni

Parte presso la Casa di Quartiere Cag (Centro di Aggregazione Giovanile( si è svolto il progetto “Il Paradiso dello Sport”, azione ideata per avvicinare bambine/i e ragazze/i allo sport, promuovendo una sana collaborazione e competizione e, al contempo, offrendo loro un percorso di educazione alla cittadinanza attiva, integrazione sociale, socialità, rispetto e sane abitudini di vita, come alternativa alla micro criminalità organizzata.

Il Progetto, finanziato da Fondazione Decathlon, è realizzato dalla associazione Asd Mfr (Capofila) insieme ad una cordata di associazioni composta dall’Istituto Comprensivo Paradiso – Tuturano, dalle Soc Coop. Amani e Solidarietà e Rinnovamento in qualità di enti gestori della Casa di Quartiere Cag, Bozzano Basket, Casale Volley 3, Asd Casale Calcio e Circolo della Scherma Brindisi. Il comprensivo scolastico Paradiso Tuturano e il Cag, oltre a mettere a disposizione le proprie strutture sportive, supporteranno il progetto nel coinvolgimento dei giovani, diventando cassa di risonanza per le iniziative e luogo di incontro fra le associazioni e le famiglie.

Il progetto prevede una serie di attività complementari con al centro lo sport, i suoi valori e i suoi benefici: le discipline sportive proposte saranno atletica, volley, calcio, basket e scherma, sempre con docenti laureati in scienze motorie e istruttori federali per ogni disciplina. Nel corso della settimana, le varie discipline si alterneranno, consentendo ai ragazzi di fruire di un’alfabetizzazione motoria il più ampia possibile, grazie alla diversificazione delle proposte.

Ai corsi sportivi si assoceranno attività formative rivolte anche alle famiglie e agli operatori, oltre ad allenamenti speciali con atleti che si sono distinti in alcune discipline. Gli operatori del CAG affiancheranno gli istruttori delle diverse discipline sportive, negli allenamenti e nella realizzazione di numerosi eventi come, per esempio, la terza edizione della Giornata Nazionale dello Sport 2024 promossa dal Coni, nell’area attrezzata del Cag e nel cortile della scuola Mameli.

“Il Paradiso dello Sport” rappresenta un’iniziativa importante per fornire strumenti e opportunità che, attraverso lo sport, rafforzino la partecipazione civica in un’area periferica della città di Brindisi dove ancora persistono un contesto fragile e un forte disagio economico e sociale. Cuore dell’intervento sarà la Casa di Quartiere Centro di Aggregazione Giovanile, sita in un bene confiscato alla criminalità organizzata e punto di riferimento per ragazze, ragazzi e famiglie del quartiere.

A supportare questo processo di cambiamento, la Fondazione Decathlon, Ente finanziatore del Progetto: “Il negozio Decathlon a Brindisi – spiega Claudio Algerini Store Leader Decathlon Brindisi – è aperto dal 2014 ed ha vissuto e vive integrato nel tessuto del territorio. Tanti ragazzi e ragazze entrati appena maggiorenni oggi sono donne e uomini che ancora, giorno dopo giorno continuano a vivere il negozio e la città con impegno e dedizione. Proprio la conoscenza della realtà della città di Brindisi e del quartiere Paradiso ha stimolato la nostra voglia di metterci in gioco a supporto di questo progetto”.

Il Paradiso dello Sport è stato proposto e verrà supportato in qualità di volontarie dalle Slo (Supporter Liaison Officer) della Decathlon Brindisi Marina Zongolo, Fancesca Cozzoli, Dora Marolo e Andreina Sergi. Il progetto avrà la durata di 3 anni e coinvolgerà circa 60 giovani brindisine/i dai 6 ai 14 anni per ognuno dei 5 sport proposti, per un totale di 300 ragazzi/e che saranno accompagnati nella crescita, non solo scolastica ma anche civica, gettando le basi per renderli futuri cittadini attivi.

Video popolari

BrindisiReport è in caricamento