Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Truffe, l'appello alle vittime: "Denunciate, non c'è nulla di cui vergognarsi"

Le dichiarazioni del comandante della compagnia dei carabinieri di San Vito dei Normanni, capitano Antonio Corvino

 

La collaborazione delle vittime è stata preziosissima nelle indagini che hanno portato all’identificazione dei sei presunti responsabili di 10 truffe consumate e di 14 tentate, tutte ai danni di anziani, in provincia di Brindisi, fra i mesi di giugno e agosto 2019. Il comandante della compagnia carabinieri di San Vito dei Normanni, Antonio Corvino, lo ha ribadito più volte nel corso della conferenza stampa che si è svolta stamani presso la sede del comando provinciale dell’Arma di Brindisi. 

Leggi l'articolo sull'inchiesta

“La vittima – ha dichiarato l’ufficiale - spesso e volentieri non chiama subito per vergogna, facendoci perdere minuti fondamentali per l’identificazione dei responsabili. Ma in realtà non c’è nulla di cui vergognarsi”. Questo messaggio viene rivolto sia alle vittime che ai loro familiari. “E’ importante – rimarca Corvino - interagire subito con le forze dell’ordine”. 

A tal proposito si sta rivelando di grande importanza la campagna informativa intrapresa dai carabinieri, contro le truffe ad anziani. Sono decine gli incontri che si svolgono ogni mese nei luoghi di pubblico ritrovo, per mettere i pensionati sull’attenti. Grazie a questa attività di sensibilizzazione, sempre più anziani riescono a eludere le trappole dei truffatori. Ma a quel punto, è essenziale chiamare subito le forze dell’ordine per denunciare il tentativo di truffa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento