Mercoledì, 29 Settembre 2021
Attualità

Consorzio Asi: approvato il bilancio 2019, utile di 960mila euro

Il presidente del Cda Domenico Bianco annuncia di voler lasciare la guida del consiglio di amministrazione dell'ente

BRINDISI - A seguito dell’assemblea consortile tenutasi nella giornata odierna (10 marzo 2021), i soci all’unanimità, hanno approvato il bilancio di esercizio 2019, con un utile di euro 1.296.135, prima delle imposte, e un utile netto, dopo le imposte, di euro 960.680. Successivamente, i soci - sempre all’unanimità - hanno approvato il Progetto di programma triennale di attività 2021/2023 e il Piano Economico-Finanziario 2021. In quest’ultimo, che equivale al bilancio previsionale, si segnala un attivo di  550.000 euro circa. 

In particolare, così come ratificato dall’Assemblea consortile del 9 dicembre 2021, il bilancio 2019 è stato approvato a seguito del completamento dell’attività di Agreed Upon Procedures (Aup) e in conformità a quanto previsto dai principi contabili di riferimento. Tale attività ha comportato la corretta emersione del valore ptrimoniale dell’Ente, che oggi si attesta ad euro 25.228.956.

Dichiara il presidente del consiglio di amministrazione Domenico Bianco: "L’attività espletata dalla struttura del Consorzio, dai suoi consulenti e, non da ultimo, con l’avallo dei Revisori dei Conti, rende all’Ente e ai suoi Soci un Bilancio che rappresenta l’ottimo stato patrimoniale ed economico del Consorzio Asi di Brindisi in continuità con quanto agli esercizi precedenti".

Fabiano Amati: "Ora si risolvano altri problemi"

"L’assemblea dei soci del Consorzio Asi di Brindisi ha approvato il bilancio 2019 accogliendo tutti i rilievi dei revisori dei conti. Mi spiace che per mesi abbiano provato a trascinarmi nelle più sterili polemiche politiche, come purtroppo spesso accade, quando i rilievi posti erano meramente tecnici e numerici. Ora occorre procedere alla soluzione degli ulteriori problemi segnalati e cioè attività di reclutamento del personale, consulenze e incarichi vari". Lo dichiara il presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati. 

Prosegue Amati: "Sono contento di questo epilogo, perché segna una linea di demarcazione tra i fatti e le polemiche. Sono rammaricato che solo oggi la maggior parte dei soci si sia accorta che le questioni sollevate non erano campate in aria, altrimenti non avrebbero provveduto ad approvare il bilancio 2019 così come corretto. Spero che il medesimo metodo, cioè quello dei fatti, vogliano applicarlo nel richiedere la correzione degli ulteriori problemi, più volte segnalati e meritevoli di attenzione. Per le parole anche grosse usate nei miei confronti non chiedo le scuse perché mi piace investire sulla buona fede. Ringrazio con ammirazione il collegio dei revisori dei conti per aver esercitato la funzione nella lettera delle leggi, anche nelle ore in cui l’assedio dialettico e chiacchierone si faceva intenso. A Brindisi c’è bisogno di far diventare abitudine l’approccio aziendale ai fondi pubblici, nel senso che ognuno dovrebbe gestire le cose di tutti come se fossero le proprie, estromettendo dal proprio fare l’idea che se una cosa è di tutti non c’è nessuno a cui possa dolere il suo uso improprio".

Riccardo Rossi: "Bianco tornerà a occuparsi delle sue aziende"

"Oggi è stato approvato il bilancio 2019 del Consorzio Asi che conferma quanto l'ente sia in piena salute; chiude infatti con un utile netto di oltre 900mila euro, com’era ampiamente previsto. Lo schema di bilancio è stato approvato dall’assemblea dei soci dopo che la procedura fu sospesa per consentire alla società di consulenza Deloitte, incaricata dell’Asi, di eseguire tutte le verifiche sulle procedure contabili. Ringrazio il presidente Mimmo Bianco che ha condotto l’ente in modo ottimale come dimostrano fatturato, servizi resi e utile, facendo del consorzio un grande potenziale per tutto il territorio, pur subendo tante strumentalizzazioni, anche politiche, ma di fatto restituendo un ente in salute". Lo dichiara il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi.

Prosegue Rossi: "Il presidente Bianco ha manifestato la volontà di tornare ad occuparsi delle sue aziende e quindi rapidamente si procederà ad individuare un nuovo presidente ma lo stesso Bianco ha dato la sua disponibilità ad essere d’aiuto per il passaggio di consegne. Sempre nella seduta di oggi è stato approvato il bilancio previsionale 2021 che dovrebbe chiudersi con un utile di circa 500 mila euro; un dato che conferma ulteriormente l’ottimo lavoro svolto pur gravato dalla pace fiscale che pesa per 500mila euro".

Maurizio Bruno su dimissioni Bianco

Anche il consigliere Maurizio Bruno commenta l'approvazione del bilancio e le dimissioni di Domenico Bianco da presidente del Cda: "Dopo mesi di interminabili e strumentali polemiche e, diciamolo pure, anche qualche schizzo di fango contro il presidente Mimmo Bianco, l'assemblea dei soci del Consorzio Asi di Brindisi ha approvato regolarmente il bilancio 2019. E lo ha fatto registrando un utile netto di ben 900mila euro che testimonia, così come si è sempre detto, lo stato di salute dell'ente. Come se non bastasse l’assemblea ha anche approvato il bilancio di previsione 2021, anche questo con un utile che dovrebbe superare il mezzo milione di euro".

Prosegue Bruno: "Ora Mimmo Bianco annuncia la sua decisione di lasciare la guida dell'Asi per tornare a occuparsi a tempo pieno dei suoi impegni aziendali. Ma lo fa a testa alta, lasciando in eredità un'Asi con i numeri in regola, i bilanci in attivo e un enorme potenziale per tutto il territorio. A lui va tutto il mio ringraziamento per il lavoro svolto. E spiace dover constatare come la polemica politica, tante volte, si abbatta in modo meschino su persone perbene e professionisti che, come testimoniano i fatti, hanno dato al proprio territorio un enorme contributo professionale e di capacità e portato a casa risultati che nessuno, adesso, può più contestare".

Articolo aggiornato alle 20:20 (dichiarazioni di Bruno)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Asi: approvato il bilancio 2019, utile di 960mila euro

BrindisiReport è in caricamento