Coronavirus: "Indennità di malattie infettive a tutto il personale impegnato"

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Lino Cattolico, coordinamento Csa Brindisi e Carmelo Villani Nursind Brindisi  sugli ncentivi e risorse per gli infermieri e gli operatori sanitari

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo una nota di Lino Cattolico, coordinamento Csa Brindisi e Carmelo Villani Nursind Brindisi  sugli ncentivi e risorse per gli infermieri e gli operatori sanitari

Gli operatori sanitari tutti sono la più grande risorsa impegnata nella gestione di questa emergenza in qualsiasi settore loro operino, ma oggi lo fanno iso-risorse, in una situazione già critica per una cronica carenza di personale e di tagli alla sanità, andando incontro ai rischi che una delicata situazione come questa comporta.

Facciamo per questo appello alla sensibilità finora dimostrata del management aziendale affinché, oltre alla acquisizione di nuovo personale, vengano messi a disposizione risorse aggiuntive per riconoscerne il disagio e il sacrificio.
Per questo motivo, alla luce della riorganizzazione che ha allargato il perimetro delle malattie infettive al 118, al pronto soccorso ed a tutte le aree che ospiteranno pazienti Covid-19, sarebbe quanto meno giusto e appropriato provvedere alla estensione della indennità di malattie infettive a tutto il personale impegnato in tali aree.

Vorrei fosse chiaro che, in un momento nel quale tutta Italia sta cercando di fare fronte a una crisi sanitaria e sociale, la questione economica non è certo il problema principale, ma si vuole in questo modo ribadire che tali riconoscimenti, rappresenterebbero un segno di rispetto e sensibilità verso i professionisti coinvolti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cogliamo infine l’occasione per sollecitare l’urgente approviggionamento degli adeguati Dpi di primo e secondo livello per tutti gli operatori aziendali. Questa esperienza segnerà la vita del nostro Servizio Nazionale, Regionale e Provinciale, ma segnerà più di tutto la vita degli infermieri, oltre quella di tutti gli operatori sanitari, che oggi mettono a dura prova tutta la loro professionalità e competenza come mai era successo prima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento