rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Attualità Francavilla Fontana

Zona pip e investimenti futuri: l'amministrazione incontra gli imprenditori

Gli assessori Lonoce e Magliola, con il dirigente Leonardo Scatigna, hanno incontrato imprenditori e tecnici di "Rete Imprese Villa Franca" per alcuni chiarimenti

FRANCAVILLA FONTANA - Nei giorni scorsi l’assessore all’urbanistica Nicola Lonoce e l’assessore alle attività produttive Domenico Magliola, con il dirigente Leonardo Scatigna, hanno incontrato imprenditori e tecnici di "Rete Imprese Villa Franca" per alcuni chiarimenti riguardanti il futuro della zona pip di Francavilla Fontana. Il tema principale del confronto, richiesto dal presidente dell’associazione degli imprenditori Francesco Fullone, è lo scenario innescato dall’approvazione da parte della regione Puglia della variante normativa al piano di fabbricazione della zona pip.

Con questo provvedimento, licenziato dal consiglio comunale lo scorso aprile, l’organo regionale ha aperto alla possibilità di insediamenti di tipo commerciale e di servizi nella più importante area produttiva di Francavilla Fontana, ma richiede un completamento dell'iter attraverso l'approvazione della conseguente variante alle norme tecniche di attuazione della zona pip. L’amministrazione comunale in questa fase è infatti al lavoro su quest'ultima variante, la cui assenza ha impedito il decollo della zona pip e scoraggiato gli investimenti nell’area.

“Dopo il primo decisivo passo segnato con l’approvazione della variante al piano di fabbricazione, siamo al lavoro per una definitiva modernizzazione della zona pip con una modifica alle norme tecniche di attuazione. Si tratta – spiega l’assessore Lonoce – di un passaggio tecnico complesso cui stiamo lavorando con il dirigente Scatigna, che richiede il rispetto di tempi tecnici che non dipendono solo dalla nostra volontà. Il percorso è stato segnato in questi quasi tre anni e sono fiducioso del buon esito della procedura in tempi ragionevoli.” In subordine agli aspetti normativi, la cui soluzione è indispensabile per il definitivo rilancio dell’area, ci sono le criticità cristallizzate nel tempo che riguardano le modalità di esproprio, le difficoltà relative alla viabilità e alla creazione di nuove strade.

“Stiamo lavorando – prosegue l’assessore Lonoce – per superare le difficoltà che per anni hanno bloccato lo sviluppo della zona pip. Oltre ad affrontare le problematiche di natura urbanistica è necessario pianificare interventi strutturali che necessitano investimenti rilevanti che potrebbero arrivare dal Pnrr, nonché dalle risorse per interventi strutturali previste dalle Zes. Per questo è importante farsi trovare pronti con le giuste progettualità.” In questa fase l’amministrazione comunale sta valutando il percorso migliore da seguire nel breve periodo per massimizzare il risultato ottenuto con l’approvazione della variante al piano di fabbricazione. Nei prossimi giorni seguirà un nuovo incontro con i tecnici comunali per la definizione delle scelte da operare entro la fine del 2021.

“Le attività produttive hanno bisogno di un contesto certo in cui operare. Grazie al lavoro portato avanti in questi anni – conclude l’assessore alle attività produttive Domenico Magliola – abbiamo messo in chiaro alcuni aspetti controversi riguardanti la zona pip. In questa fase stiamo lavorando per avviare in tempi brevi gli espropri. In sintesi, stiamo pensando al definitivo salto di qualità per l’intera area per cominciare una nuova stagione di crescita e sviluppo della città.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona pip e investimenti futuri: l'amministrazione incontra gli imprenditori

BrindisiReport è in caricamento