menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Garante dei minori, firmato protocollo d'intesa con i presidenti dei tribunali

Focus dell’accordo garantire l’operatività e l’accesso della banca dati elettronica anche ai Tribunali per i minorenni

Oggi, 22 settembre 2020, presso la sede del Consiglio regionale della Puglia, al fine di promuovere e facilitare la nomina di tutori volontari per le persone di minore età che necessitino di rappresentanza legale è stato firmato il Protocollo di Intesa tra il Garante dei diritti del Minore della Regione Puglia, il Tribunale per i Minorenni di Bari, il Tribunale per i Minorenni di Lecce e il Tribunale per i Minorenni di Taranto. 
L’attuale accordo si struttura sull’esperienza del precedente Protocollo d’intesa, predisposto dall’Autorità Garante nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza e sottoscritto tra il presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari ed il Garante dei diritti del Minore della Regione Puglia in data 08/09/2017 e ora si estende su tutto il territorio regionale. 

Focus dell’accordo

Focus dell’accordo è quello di garantire l’operatività e l’accesso della banca dati elettronica, in formato aperto e di proprietà esclusiva del Consiglio Regionale della Puglia anche ai Tribunali per i minorenni di Taranto e Lecce i cui presidenti hanno manifestato più volte condivisione per tale iniziativa. 
L’accesso a tale banca dati sarà effettuato attraverso una piattaforma web usabile, collaborativa, accessibile, interoperabile, integrata e tecnologicamente neutrale, in sintonia con le regole tecniche e normative vigenti in materia. Attraverso la piattaforma web ciascun aspirante tutore legale volontario dei Msna potrà inserire i propri dati anagrafici per la richiesta di registrazione e, a seguito di specifica autorizzazione, entrare nella propria area riservata per:  ricevere news, informazioni, avvisi; ricevere informazioni circa i corsi di formazione gestiti dal Garante;
 compilare on-line l’istanza di partecipazione ad uno dei corsi di formazione che il Garante avrà cura di indire, con la possibilità di allegare la documentazione richiesta; ricevere informazioni sull’accoglimento all’iscrizione per un determinato corso di formazione.

L’intera infrastruttura informatizzata per la delicatezza delle informazioni contenute risponderà a quanto prescritto dalla normativa nazionale ed europea in materia di protezione dei dati personali.

I compiti di ciascun attore

Il Protocollo inoltre definisce i compiti di ciascun attore:  L’Ufficio del Garante regionale dei diritti del Minore provvede a selezionare attraverso una procedura ed evidenza pubblica e formare attraverso specifici corsi di formazione per tutori volontari i cittadini disponibili ad esercitare la funzione di tutore volontario da inserire nell’apposito elenco istituito presso i Tribunali dei Minorenni. 

L’Ufficio del Garante regionale dei diritti del Minore, d’intesa con i Tribunali per i Minorenni, provvede ad assicurare consulenza e supporto ai tutori volontari nominati nell’esercizio delle loro funzioni, ad organizzare idonee forme di aggiornamento dei tutori volontari secondo le indicazioni contenute nelle “Linee guida per la selezione, la formazione e l’iscrizione negli elenchi dei tutori volontari” e anche attraverso la sperimentazione di azioni di accompagnamento.

I Presidenti dei Tribunali dei Minorenni pugliesi provvederanno, d’intesa con il Garante regionale dei diritti del Minore, alla tenuta e implementazione dell’elenco dei tutori volontari, a dare la massima pubblicità all’elenco dei tutori volontari, preferibilmente attraverso il proprio sito internet. 

L’Ufficio del Garante regionale dei diritti del Minore, d’intesa con I Presidenti dei Tribunali dei Minorenni pugliesi, cureranno inoltre la revisione e l’aggiornamento dell’elenco dei tutori con cadenza annuale alla luce delle nomine effettuate e dei tutori che intendono confermare o meno la propria disponibilità all’assunzione della tutela, con criteri e metodologie che saranno individuate nel corso del primo anno di operatività dell’elenco. L’obiettivo che le parti si pongono è quello di gestire razionalmente la nomina dei tutori volontari mediante un insieme di azioni volte alla realizzazione, di banche dati interattive tra Garante dei diritti del Minore della Regione Puglia e i Tribunali per i Minorenni di Bari, Lecce e Taranto con un sistema di “dialogo” immediato e tempestivo. /comunicato

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento