Monopattini elettrici in città per un anno: disposto avviso pubblico

La flotta su Brindisi dovrà essere costituita da 300 monopattini, incrementabili in fase successiva fino a un massimo di 500

BRINDISI - La città di Brindisi si prepara a diventare città ecosostenibile, almeno sotto l’aspetto dei trasporti. Con delibera di giunta è stato disposto l’avviso pubblico per la ricerca di soggetti interessati a svolgere attività di “Sharing free floating” con monopattini elettrici sul territorio comunale. 

“Vale a dire un sistema di noleggio col quale sarà possibile, attraverso l’applicazione su smartphone, visualizzare i monopattini disponibili e la loro posizione, prenotare e lasciare il mezzo nella destinazione che si desidera”. Precisa il sindaco Riccardo Rossi. Potranno partecipare all’avviso soggetti pubblici o privati che abbiano al momento introdotto, in una stessa città, almeno 500 monopattini.

La flotta su Brindisi dovrà essere costituita da 300 monopattini, incrementabili in fase successiva fino a un massimo di 500. L’attività di noleggio della durata di un anno dovrà essere fruibile 7 giorni su 7.

Criteri oggettivi 

La flotta dei monopattini deve essere composta da mezzi idonei alla circolazione nel rispetto del Codice della Strada. Il sistema di gestione deve essere free floating, completamente automatizzato per l’utente che deve poter visualizzare i monopattini disponibili, prenotarli, sbloccarli a inizio utilizzo, e bloccarli al termine, pagare, segnalare guasti, malfunzionamenti o comportamenti scorretti da parte degli altri utenti, il tutto tramite un’apposita applicazione per smartphone. Il sistema di pagamento dovrà essere sicuro e identificabile 

“L’intenzione dell’amministrazione è quella di porre l’accento sul tema della sostenibilità, economica sociale, ambientale, coerentemente con quanto enunciato nei principi guida della strategia comune europea in materia di mobilità, affrontando tematiche complesse come la salute publica, i cambiamenti climatici, l’inquinamento atmosferico ed acustico”. Si legge nella delibera. 

Uno degli obiettivi programmatici dell’amministrazione, inoltre è proprio il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Inoltre, l’attuale situazione epidemiologica Covid-19 ha visto, nella Fase 2, porre l’attenzione con il Decreto“Rilancio” all’utilizzo di mezzi alternativi ai mezzi pubblici, al fine di ridurre al minimo le occasioni di assembramento e di possibile diffusione del Coronavirus, oltre che di decongestionamento del traffico e, conseguentemente, di riduzione dell’inquinamento atmosferico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento