Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Prefettura, un anno di attività: il bilancio. Reati in diminuzione

Si evidenzia un trend decrescente dei fenomeni criminosi di tipo predatorio, pur con qualche eccezione per quanto riguarda gli episodi di rapina

BRINDISI - Il trend relativo all’andamento dei reati nel primo quadrimestre 2021 è in diminuzione del 8,11 per cento. E' quanto emerge dal report annuale della Prefettura di Brindisi sul bilancio delle attività. 

In particolare, dal confronto tra il primo quadrimestre del 2020 ed il primo quadrimestre del presente anno, si evidenzia un trend decrescente dei fenomeni criminosi di tipo predatorio, pur con qualche eccezione per quanto riguarda gli episodi di rapina (20 nel 2020, 26 nel 2021), a conferma dell’efficacia dei capillari dispositivi di controllo del territorio disposti in sede di coordinamento interforze o di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Il  trend in diminuzione è stato confermato anche nei mesi successivi al lockdown, nel corso dei quali, anche per effetto  dei controlli messi in campo per garantire il rispetto delle misure di contenimento del contagio, si è ulteriormente ridotto il numero dei reati predatori, in linea con l’analogo andamento rilevato a livello nazionale. 

Gli ambiti di intervento della Prefettura

Gestione dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini, che vede il Prefetto quale Autorità provinciale di pubblica sicurezza, titolare dei poteri di coordinamento delle Forze di polizia. Azione di governo che si estrinseca nel ruolo di raccordo e coordinamento delle pubbliche amministrazioni, anche attraverso la Conferenza provinciale permanente,  nelle molteplici attività in ambito sociale e nel settore della protezione civile. Attività amministrativa che si manifesta attraverso la gestione di procedimenti finalizzati all’adozione di provvedimenti amministrativi di varia natura. Questi gli ambiti di intervento del Prefetto. 

Coordinamento delle Forze di Polizia dello Stato, con il concorso delle Polizie Locali

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto si è occupato di: sicurezza della manifestazioni pubbliche, tra le quali la  7^ tappa del 103° Giro d’Italia, tenutasi il 6 ottobre, con arrivo a Brindisi; attività di prevenzione generale dei reati, in particolare di natura predatoria, mediante servizi mirati organizzati sul territorio della provincia con l’impiego del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e la Compagnia di Intervento Operativo dell’Arma dei Carabinieri. 

Attività di prevenzione e vigilanza del centro di permanenza per i rimpatri (Cpr) di Brindisi/Restinco con l’ausilio del contingente di militari impegnato nell’operazione “Strade Sicure”misure straordinarie di vigilanza per il periodo estivo, le festività natalizie ed in occasione dello svolgimento delle consultazioni elettorali che, oltre al quesito referendario, hanno riguardato il rinnovo di cinque amministrazioni comunali e dell’amministrazione regionale; misure di vigilanza e tutela; pianificazioni in materia di ordine pubblico su situazioni di criticità; approvazione delle pianificazioni delle misure di sicurezza e vigilanza a tutela del porto, dell’aeroporto e della casa circondariale di Brindisi; pianificazione misure di vigilanza e sicurezza propedeutiche allo svolgimento della sessione del G20 a Brindisi il prossimo 30 giugno e della 35^edizione della regata “Brindisi-Corfù” in programma il prossimo 13 giugno.      

Particolare attenzione è stata rivolta ad alcune aree della Provincia, con operazioni mirate a specifiche criticità, quali ad esempio quelle condotte nei comuni di Fasano e Carovigno.  Alcune tra le problematiche più rilevanti riguardanti il comune di Brindisi affrontate in seno al Comitato hanno riguardato lo sgombero degl immobili di Parco Bove e la sicurezza sanitaria dei migranti presenti nella struttura in via Provinciale per San Vito cd. “dormitorio” con l’avvio di un processo per il miglioramento delle condizioni di accoglienza e per favorire l’inclusione degli occupanti. 

Attenzione particolare è stata dedicata anche alla problematica delle occupazioni arbitrarie di immobili, sottoposti a sequestro dall’Autorità Giudiziaria. Grande rilievo hanno avuto i diversi aspetti connessi all’emergenza sanitaria da Coronavirus, con una costante analisi in sede di  Cposp allargato alle Autorità Sanitarie Provinciali ed ai sindaci, con la pianificazione di capillari servizi di controllo per assicurare l’osservanza delle misure di contenimento epidemiologico. 

Protocolli di Legalità e Patti per la Sicurezza sottoscritti 

Nell'ultimo anno sono stati sottoscritti 5 protocolli. 

Il 22 luglio 2020: sottoscritto dal Prefetto di Brindisi e dal Sindaco del Comune di Cisternino, alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine, il protocollo per la disciplina del controllo di vicinato.

Il 25 novembre 2020: sottoscritto dal Prefetto e dal Sindaco di Brindisi il protocollo d’intesa per la prevenzione delle truffe agli anziani

Il 19 gennaio 2021: sottoscritto dal Prefetto Carolina Bellantoni e dal presidente Provinciale di Federfarma il protocollo di collaborazione per la sicurezza delle farmacie del territorio. L’intesa recepisce l’accordo siglato il 4 settembre 2020 tra Ministero dell’Interno, Federfarma e A.S.So. Farm, allo scopo di promuovere un sistema di video-allarme antirapina in grado di trasmettere le immagini, in caso di rapina all’interno dei locali delle farmacie ed in tempo reale, alle sale/centrali operative delle Forze di Polizia, elevando, in tal modo, gli standards di sicurezza delle attività commerciali di tale settore.

Il 19 febbraio 2021: sottoscritto dal Prefetto, dal presidente provinciale di Confcommercio, Anna Rita Montanaro e dal presidente provinciale di Confesercenti, Michele Piccirillo il "Protocollo d'Intesa  in materia di  videoallarme antirapina con  Confcommercio e Confesercenti", finalizzato ad innalzare gli standard di sicurezza delle varie attività commerciali della provincia, valorizzando le soluzioni tecnologiche che consentono una interconnettività più rapida dei sistemi d'allarme utilizzati dai commercianti e le sale operative delle Forze dell'Ordine.

Il 27 aprile 2021: sottoscritto dal Prefetto e dal rappresentante dell'associazione Bancaria Italiana, dott. Marco Iaconis, alla presenza dei Vertici delle Forze dell'Ordine, il Protocollo di intesa per la prevenzione della criminalità in banca, finalizzato a rafforzare il rapporto di collaborazione tra Prefettura, Forze di Polizia e istituti bancari per implementare la sicurezza in banca, con la prevenzione dei reati in danno degli istituti di credito e la maggior tutela della clientela e degli operatori bancari. 

Di seguito il report completo 

Dossier Un anno di attività Prefettura BRINDISI_giugno_2021-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prefettura, un anno di attività: il bilancio. Reati in diminuzione

BrindisiReport è in caricamento