Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità Francavilla Fontana

Una strada per l'indimenticato maresciallo Antonio Galeone

Un incontro a Francavilla Fontana per lanciare la proposta di dedicare una via al sottufficiale dell'Arma

FRANCAVILLA FONTANA – Era dura per qualsiasi genere e livello di soggetto criminale, si trattasse di delinquenti abituali o colletti bianchi, di elementi molto pericolosi o di gente al primo impatto con la giustizia, fare i conti con Antonio Galeone, comandante della stazione di Francavilla Fontana dell’Arma. È stato per tanti cittadini il prototipo del maresciallo dei carabinieri, e diciamolo, per gli stessi era anche la personificazione del “vendicatore” delle offese materiali, fisiche e morali patite a causa di azioni criminali.

Non era ancora l’era dei social, quella in cui il maresciallo Galeone ha difeso la legalità nella città di Francavilla Fontana e dintorni (era uno che non badava molto ai confini), ma la sua fama era vasta. Capiva le esigenze dei cronisti, in quegli anni di forti tensioni causate dalla criminalità organizzata e dai traffici ad essa collegati, era in prima linea nella lotta al caporalato, non dava tregua alla malavita locale (dormiva poco, ma neppure i suoi “clienti” trascorrevano notti tranquille), e ci dava la possibilità di raccontare anche retroscena che rendano più complete e significative certe vicende.

Galeone applicava ante litteram un principio di prossimità (come si dice oggi) ai cittadini che era criticato da alcuni, ma apprezzato invece da molti altri, che andavano nel suo ufficio per chiedere aiuto, segnalare, sfogarsi. Insomma, quando Antonio Galeone lasciò dopo molti anni Francavilla Fontana, trasferito alla stazione di Locorotondo, la gente non fu felice, e quando lasciò definitivamente questa terra prematuramente, a causa di una malattia contro cui era riuscito a vincere solo la prima battaglia, diventando devoto di Padre Pio, il cordoglio fu sincero e diffuso.

Adesso, per iniziativa e su proposta del consigliere comunale Antonio Andrisano, a Francavilla Fontana si sta formando un gruppo di cittadini che chiede l’intitolazione di una via al maresciallo Antonio Galeone. A tal fine, mercoledì 23 ottobre alle 18, organizzato dal Lions Club di Francavilla Fontana, si terrà un incontro dibattito, “La retta via: una strada per il maresciallo Galeone”, per giungere a concretizzare questa idea assieme al sindaco Antonello Denuzzo, e al governatore della Regione Puglia, e pm a Brindisi quando Galeone operava a Francavilla, Michele Emiliano.

Ci saranno tante personalità locali come il senatore Luigi Vitali, e semplici cittadini nella sala del Castello Imperiali, il 23 ottobre a sera. Solitamente le vie si intitolano ai caduti in guerra e in servizio: per la gente di Francavilla Fontana il maresciallo Galeone merita uguale riconoscimento. Senza dubbio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una strada per l'indimenticato maresciallo Antonio Galeone

BrindisiReport è in caricamento