L'ombra degli usurai sulle aziende in crisi: video conferenza con il prefetto

Le associazioni antiracket rimarcano la necessità di agevolare l'accesso al credito e le procedure per i finanziamenti

Si è tenuto nella giornata di ieri, un incontro in videoconferenza, presieduto dal prefetto, alla presenza del questore, del comandante provinciale dei Carabinieri, del comandante Provinciale Guardia di Finanza, con i referenti delle 9 associazioni antiracket ed antiusura operanti nella provincia, per proseguire l’attività di analisi della situazione  a livello locale e definire, nel contempo, possibili sinergie per agevolare la ripresa del sistema economico, fortemente compromesso dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’incontro si inserisce nel solco dei tavoli tematici avviati in Prefettura, per l'analisi delle problematiche connesse alla ripresa delle attività produttive, anche in relazione alle misure di sostegno in favore di lavoratori, famiglie e imprese varate dal Governo.

Nel corso della riunione sono emersi utili spunti propositivi da parte delle Associazioni  Antiracket e Antiusura, con particolare riferimento all’esigenza di rafforzare le strategie volte ad agevolare l’accesso al credito ed assicurare la massima celerità nella trattazione delle richieste di finanziamento di varia tipologia da parte degli Istituti bancari in favore degli operatori economici. Ciò al fine di scongiurare il ricorso all’usura e la diffusione al “credito illegale” alimentato dalla criminalità.

Il prefetto ha rimarcato il ruolo delle associazioni antiracket ed antiusura, sottolineando l’importante attività istituzionale, non solo in termini di sensibilizzazione della cittadinanza, analisi dei fenomeni e collaborazione con le forze dell’ordine, ma anche di ascolto al fine di cogliere, per tempo, i segnali di una possibile ripresa di fenomeni criminosi, quali l’usura e l’estorsione, che, oltre ad incidere negativamente sull’economia legale, penalizzano l’imprenditoria sana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento