Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

San Donaci l'attività amministrativa sotto lente di ingrandimento della commissione Controllo e Garanzia

Presenti il presidente Maurizio Greco, anche in qualità di consigliere di opposizione, altri due consiglieri, un assessore, il sindaco e il presidente del consiglio

SAN DONACI - Nel pomeriggio di ieri, lunedì 8 febbraio, a San Donaci si è riunita la commissione speciale Controllo e Garanzia per affrontare alcune questioni che riguardano l’attività amministrativa. Presenti il presidente Maurizio Greco, anche in qualità di consigliere di opposizione, altri due consiglieri, un assessore, il sindaco e il presidente del consiglio. 

Il primo punto trattato riguardava “la regolarità giuridica dei contributi erogati a pioggia nelle feste natalizie. Sebbene e nonostante la delibera di giunta e la determinazione di impegno spesa non richiamassero nessun capitolo di bilancio comunale, nessuna premessa che descriveva la provenienza e la copertura finanziaria dell'iniziativa ma tutt'altro e cioè tutta la cronologia dei decreti legge, dell'ordinanza del capo della protezione civile, è stato detto e sottoscritto che tale intervento è a totale copertura con fondi comunali”. Si legge in una nota di Greco. 

“Pare ovvio che l'assenza di tali informazioni rilevanti e indispensabili in questi atti fanno pensare tutt'altro rispetto a quello che oggi solo a parole è stato detto. Seppur dichiarato soddisfatto da quello che si è detto ma non da quello che si è scritto, contesto totalmente la scelta politica di questa giunta che, senza dare precedenza a chi ne ha bisogno, ha dato a tutti indistintamente nascondendosi dietro al fatto che i bambini sono tutti uguali, cosa che nessuno dell'opposizione ha mai pensato al contrario”. 

“Il secondo punto è stato l'approfondimento di debiti fuori bilancio che nell'ultimo consiglio comunale sono stati riconosciuti; premetto che questi debiti sono conseguenza della mancata costituzione in giudizio del comune di San Donaci perché si era certi e convinti della sentenza a nostro favore ma così non è stato. In primo grado il comune senza una difesa soccombe, oggi quello che minimo si poteva rispondere è che si ricorrerà alla Corte d'Appello per cercare di ribaltare la sentenza di primo grado; Speriamo di rimediare a questo grave errore”

“Il terzo punto all'ordine del giorno riguarda l'inizio di una fase di controllo e di futuri appuntamenti, per la Rssa Don Lombardo. A seguito di drammatici episodi che si sono verificati in altri comuni della provincia di Lecce, precisamente Rssa gestita dalle stesse persone che gestiscono la Don Lombardo, l'amministrazione comunale di San Donaci insieme ai responsabili di settore ognuno per propria competenza, ha preso l'impegno con il sottoscritto in rappresentanza dell'opposizione, di effettuare i doverosi controlli (aspetto tributario, ottemperanza delle norme vigenti, covid..ecc)”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Donaci l'attività amministrativa sotto lente di ingrandimento della commissione Controllo e Garanzia

BrindisiReport è in caricamento