Attualità

Terza centenaria del Paese, auguri a nonna Vita Maria Gianfreda

Il sindaco Giovanni Barletta l'ha omaggiata con una targa ricordo e il parroco don Antonio Andriulo ha portato gli auguri di tutta cittadinanza

VILLA CASTELLI - Villa Castelli sembra essere un habitat idoneo a garantire una buona qualità della vita, anche, alle persone che hanno raggiunto il traguardo di un secolo come la signora Vita Maria Gianfreda che, non solo è la terza centenaria del Paese ma, attualmente, detiene il record di essere l'unica trisnonna del paese, arrivando a ben cinque generazioni. Il terzo centenario, quindi, e la seconda donna più longeva attualmente in vita dopo Giovanni Schiavilla e Maria Vincenza Solito. 

Nasce a Villa Castelli il 10 maggio del 1921, è la più grande di cinque figli. È stata contadina, vivendo in campagna e lavorando nei campi che all'epoca circondavano il borgo di Villa Castelli. Si sposa agli inizi degli anni '40, come molti suoi coetanei, ha vissuto durante il periodo della seconda guerra mondiale ricordando alcuni aneddoti di quegli anni di sofferenza: come la prigionia del marito. Mamma di otto figli, di cui due venuti a mancare, è stata un donna sempre forte, apprensiva e gentile oltre che per i suoi figli anche con altri bambini del paese. Contando nipoti, pro nipoti e tris nipoti, si arriva a più di una cinquantina.

La signora Vita Maria è la pronipote del primo colono cegliese arrivato nel Borgo de Li Castelli, un certo Vito Antonio Gianfeda, che nel 1793 stipulò il primo contratto di enfuteusi con il Duca di Monteiasi, Gioacchino Ungaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza centenaria del Paese, auguri a nonna Vita Maria Gianfreda

BrindisiReport è in caricamento