“Emozioni” il Festival dei Sensi della Valle D’Itria

  • Dove
    masseria Capece
    Indirizzo non disponibile
    Cisternino
  • Quando
    Dal 28/08/2020 al 30/08/2020
    18
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

CISTERNINO - Idee, paesaggi, cuori scintillanti: torna dal 28 al 30 agosto il Festival dei sensi, la manifestazione che per un week end intero animerà con un vero e proprio viaggio, fatto di lezioni di altissima qualità, argomenti inattesi, mostre speciali e conversazioni sorprendenti, la mitica valle dei trulli. Le emozioni sono al centro di questa nuova edizione. Quasi un safari culturale – nelle parole di chi lo ha ideato, Milly Semeraro - che per primo ha aperto al pubblico i luoghi più belli e sconosciuti della bellissima valle dei trulli, da Martina Franca a Cisternino, a Locorotondo, alla scoperta di autentici gioielli che sarebbero altrimenti rimasti nell’ombra. “Non basterebbe una pagina per elencare le scoperte di questi anni – prosegue la curatrice - dalle dimore principesche alle antiche cave dismesse, dai ponti ai trulli diroccati. Senza mai tradirli, questi luoghi, senza camuffarli, mostrandoli per quello che sono”. Un programma intrigante con il quale, anche in questa XI edizione, si confronteranno nomi di altissimo prestigio, panorami bellissimi, occasioni irripetibili. Idee e temi lontani dagli usuali approcci accademici, per un percorso fuori dal comune, in una manifestazione pensata per persone curiose del mondo, amanti della cultura e appassionate di paesaggio: una comunità scelta, molto numerosa e proveniente da tutta Italia, che ogni anno a fine agosto si ritrova in Valle d’Itria.

S’inaugura il 28 agosto, ore 18, quando il Festival tornerà alla Masseria San Paolo di Martina Franca, dove mancava dal 2011: luogo dalla bellezza intatta aperto in esclusiva per l’occasione, in cui si potranno ammirare al pascolo alcuni tra i più splendidi cavalli murgesi di tutta la Puglia e un bosco meravigliosamente conservato. Dopo il saluto delle autorità la rassegna avrà inizio con una parola senza tempo, Bambini, raccontata da un maestro come Alberto Oliverio, emerito di psicobiologia che insegna la stessa materia nell'Università di Roma La Sapienza. L’universo infantile è fatto di emozioni: uno dei massimi esperti in materia condurrà gli adulti in questo mondo misterioso per decifrarne i significati palesi e nascosti.

Boschi delle colline di Cisternino: sull’aia con vista mare della Masseria Capece, alle 20.30 Mario Cucinella, architetto di fama internazionale, noto per il suo impegno nell’architettura sostenibile e autore del primo progetto del genere, realizzato per la prima volta in Italia più di vent’anni fa. In dialogo con il critico Manuel Orazi, parlerà della Città emozionale. Un incontro per capire come l’architettura delle città che abitiamo, con i loro spazi, rumori, odori, luci, possano incidere nelle nostre vite.

Il Festival dei Sensi è anche l’opportunità di incontrare personalità fuori dal comune, spesso celebri tra i soli addetti ai lavori, come Franco Toselli: cinquant’anni di ininterrotta poetica e esplorazione nei territori dell’arte contemporanea. Un percorso che lo porta a muoversi in spazi espositivi dalle caratteristiche ambientali mutevoli, dove si avvicendano gli artisti più rappresentativi del panorama internazionale. Toselli ha realizzato mostre memorabili, prendendo parte alle avventure dei maggiori movimenti: idee, lavoro, sogni, in una intensa conversazione con la storica dell’arte Angela Vettese, autorità in materia (venerdì 28, ore 22.00 a Locorotondo, sul belvedere di Parco del Vaglio, sede storica del Festival).

Conclude la prima giornata della rassegna La terrazza e la luna: un viaggio sulle terrazze del Mediterraneo -da quelle europee vestite di lenzuola al sole a quelle d'Oriente- narrato da Laura Marchetti, recitato da Claudia Lerro e cantato da Nabil Salameh, fondatore, voce e autore dei Radiodervish. Un intreccio di racconti, danze, suoni, poesie e narrazioni alla scoperta di un Mediterraneo visto dall'alto, ma con lo sguardo capovolto, alla Masseria Lama Pellegrini di Cisternino, ore 22.30.

Anche il giorno dopo a Cisternino si proseguirà nella scoperta delle emozioni degli altri, con l’antropologo Adriano Favole, che partirà dalla lontana Oceania per arrivare fino all’attualità occidentale dei riti funebri in streaming e al simbolo incontrastato degli emoticon contemporanei: l’icona gialla dello smiley (Punti di vista, sabato 29, ore 18 alla Masseria Capece).  E poco dopo, sulla stessa aia, alla Masseria Capece, alle 19.30, ci sarà Paolo Legrenzi, professore emerito di psicologia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, che parlerà di Felicità, e magari suggerirà anche dei modi per avvicinarsi al mitico obiettivo. Per chi ama i test, Legrenzi già in tarda mattinata  metterà alla prova il pubblico del festival a Martina Franca per misurare la sua felicità. nel Giardino della Masseria Posillipo, luogo antico miracolosamente sopravvissuto all’assalto della speculazione edilizia degli anni ’80: mai aperto prima al pubblico.

In serata il cuore del Festival batterà nuovamente a Martina Franca: “Non è un festival che cerca il consenso facile, ed è il suo bello - dice ancora Milly Semeraro - indipendente e spartano”. Alla bellissima Masseria del Luco, alle 21.30 parlerà Giampiero Mughini –Sostiene Mughini. Gli Italiani e le emozioni- e alle 22 alla Masseria Pavone, Cristina Crippa ed Elio De Capitani, interrogati dal filosofo Armando Massarenti, indagheranno la vita del loro Teatro dell’Elfo sotto una lente peculiare: Ragione e sentimento.

Era una mattina assolata di fine agosto del 2009, quando il Festival dei Sensi presentava a un pubblico sorpreso I Giardini di Pomona, il conservatorio botanico che allora contava ben 200 varietà di fichi. Oggi la tenuta ospita una collezione di oltre 700 varietà e riceve visite da ogni parte del mondo. Naturalmente il sodalizio si rinnova anche questa estate: qui, di pomeriggio, sono in programma attività per l’infanzia con un illustratore speciale come Francesco Fagnani, autore e disegnatore di libri per bambini e ragazzi pubblicati con le più importanti case editrici italiane, ha un passato da vignettista satirico di rango. Sabato 29 agosto appuntamento con “Le tue paure preferite” e domenica 30 agosto si disegna sull’aia “Il trullo emozionale” (entrambi alle ore 17, prenotazione obbligatoria al 335.691.25.55).

“Il cuore oltre il giardino” è il titolo dell’incontro che si terrà sotto la grande quercia dei Giardini di Pomona, domenica 30 alle ore 10, con Antonio Perazzi, architetto, giardiniere, paesaggista autorevole, noto anche per i libri e le molte rubriche – una forte confidenza con la penna è quasi naturale quando si è nipoti di Oriana Fallaci-, portatore di un pensiero che vuole i giardini ecologicamente integrati nell’ambiente che li circonda, progettati in modo da richiedere un consumo minimo di risorse e di manutenzione.

Anche le neuroscienze si presenteranno puntuali in questa nuova edizione, sorprendentemente introdotte dall’attore Paolo Panaro. A Martina Franca, alla Masseria Pavone, esattamente al centro della Valle d’Itria, si potrà ascoltare un grande scienziato, pioniere di queste ricerche: Giorgio Vallortigara. Sprazzi di bellezza. Esperienza estetica e illusione nel mondo animale (domenica 30 alle ore 18.00).

Quest’anno la rassegna proporrà anche un tema molto legato all’attualità, alla Cava Conti, luogo dell’archeologia industriale di Cisternino, domenica, alle 19.30. Le emozioni della politica. La politica delle emozioni. Un confronto fra Elsa Fornero, protagonista della politica e dell’economia, e Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’ANCI, condotto da Francesco Merlo, editorialista di punta di Repubblica.

L’immagine del Festival 2020, piena di cuori che più scherzosa non si potrebbe, afferma con chiarezza che si gira al largo dal melodramma, bisognerà quindi attendere la terza giornata per avvistare la parola cuore nel titolo di un appuntamento che verte sulle relazioni tra le persone e i robot: “Cuore matto, matto da legare”. Anziché Little Tony, alla Masseria Lama Pellegrini di Cisternino, il 30 agosto alle 21.30 c’è il sociologo Derrick De Kerckhove, eminente allievo di Marshall Mac Luhan, in compagnia di Edoardo Fleischner, spumeggiante analista multimediale.

In questo anno emotivo, il teatro avrà un doppio spazio: conclude il Festival la grande tradizione napoletana di Isa Danieli, una vita con le vele ampiamente spiegate al teatro di Eduardo, al cinema della Wertmuller, e perfino al mega sceneggiato Un posto al sole, assegnataria per ben tre volte del premio Ubu, continua imperterrita a solcare tutti i mari del palcoscenico. L’attrice, passerà in rassegna storie, personaggi aneddoti in una intensa conversazione con Francesco Scotto, alla Masseria del Luco di Martina Franca, sempre domenica 30 agosto, alle ore 22.

Tra le novità di quest’anno, una nuova sede per il cinema all’aperto nella storica Stazione ippica di Martina Franca, che il Festival dei Sensi puntualmente riapre ogni anno. Si segnala tra gli altri, uno dei più bei documentari mai realizzati nel nostro paese: Comizi d’amore, una straordinaria inchiesta sull’amore, il buon costume e la sessualità degli Italiani nei primi anni ’60 realizzata da Pier Paolo Pasolini. Ridere e commuoversi con la grande sociologia in forma di intervista: per vedere come eravamo, ieri.

Infine, una mostra da non perdere a Martina Franca, nelle Sale Nobili del Palazzo Ducale: il 28 agosto si apre Puglia 1900 – 1950. Lo sguardo del Touring Club Italiano. Sfila la regione dei due mari, con 55 splendide fotografie provenienti dall’Archivio storico del Touring Club Italiano, gran parte delle quali inedite, oltre a guide e curiosità d’epoca. Sono immagini realizzate da professionisti e antichi laboratori di città, fotografi dilettanti e appassionati soci per ritrovare tutto l’esotismo e l’eleganza sobria di un paesaggio che si offriva a pochi, privilegiati viaggiatori. L’esposizione, aperta solo per un mese, che inaugura la partnership tra il Festival dei Sensi e il Touring Club Italiano, chioserà le Giornate Europee del Patrimonio, dedicate quest’anno alla formazione continua veicolata attraverso il patrimonio culturale e materiale, immateriale e digitale. Saline, trulli, piazze, ulivi, chiese, facce che non si dimenticano. Emozioni.

Il Festival dei sensi ha, tra gli altri, il patrocinio della Regione Puglia, dei comuni di Martina Franca, Locorotondo e Cisternino, della Città Metropolitana di Bari e del FAI. Programmazione Custodiamo la cultura in Puglia. Fondo Speciale per la Cultura e Patrimonio Culturale L.R. 40 art.15 comma 3 – investiamo nel nostro futuro.

La manifestazione è stata realizzata anche grazie al sostegno di: Alce Nero e BCCL

Tutte le info su www.festivaldeisensi.it

I biglietti si possono acquistare sul posto prima di ogni evento,
in prevendita a Cisternino alla libreria Mondadori (via Monte La Croce 37), a Locorotondo alla tabaccheria Cervellera (piazza V. Emanuele 1) e a Martina Franca all’ edicola e tabacchi Gioiello (piazza XX Settembre 17).

IMPORTANTE La maggior parte degli eventi organizzati nel rispetto delle norme anti-Covid: si consiglia di arrivare sul posto in anticipo. Inoltre è necessario recarsi agli incontri con l’apposita autodichiarazione già stampata e firmata: è possibile scaricarla dal sito www.festivaldeisensi.it o in alternativa richiederla ai rivenditori di biglietti nei tre Comuni interessati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Due week end con il Fai alla scoperta delle bellezze locali

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
    • Chiesa di Santa Maria del Casale - Chiostro dell'ospedale civile "Umberto I" a Fasano - Masseria Il Frantoio

I più visti

  • “Brindisi in scena”: otto appuntamenti dal 17 ottobre al 5 dicembre

    • dal 25 settembre al 5 dicembre 2020
    • Nuovo Teatro Verdi
  • Rassegna d’autore al cinema Impero

    • dal 10 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Cinema Teatro Impero
  • “Io sono l’a-more” presentazione in cantina

    • Gratis
    • 25 ottobre 2020
    • Cantina sociale sanpietrana
  • Due week end con il Fai alla scoperta delle bellezze locali

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
    • Chiesa di Santa Maria del Casale - Chiostro dell'ospedale civile "Umberto I" a Fasano - Masseria Il Frantoio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BrindisiReport è in caricamento