Convenzione con università Ca’ Foscari per due progetti

I piani formativi su abbancamento discarica Autigno e bonifica Micorosa: intesa con il Comune di Brindisi per tre anni

BRINDISI – Convenzione triennale con l’università Ca’ Foscari di Venezia per il master in “Caratterizzazione e risanamento dei siti contaminati”: il Comune si Brindisi è partner del progetto proposto da Confindustria, pensando a due casi di studio, la discarica di Autigno e la zona di Micorosa.

ca foscari-2

L’accordo

L’Amministrazione ha detto sì alla partecipazione al percorso formativo per gli studi dell’ateneo veneziano, garantendo il coinvolgimento delle proprie strutture organizzative, allo scopo di “recepire una non marginale domanda culturale e sociale”. La Giunta lo scorso 18 luglio ha approvato lo schema di convenzione per lo svolgimento di due tirocini formativi, su proposta dell’assessore ai progetti speciali, Mauro Masiello.

La discarica di rifiuti solidi urbani di Autigno

Autigno

Il primo percorso avrà per oggetto il “Monitoraggio, la gestione e il nuovo piano di abbancamento della discarica in contrada Autigno”, sito di proprietà dell’Amministrazione comunale di Brindisi, dissequestrata  con una serie di prescrizioni dopo essere stato chiuso nell’ambito dell’inchiesta della Procura sulla possibile contaminazione della falda acquifera.

Il Comune intende riaprire la discarica entro la fine dell’anno e ha già conferito l’incarico per l’estrazione del biogas. La riattivazione della discarica permetterà all’Ente proprietario di incassare i contributi di conferimento da parte delle altre Amministrazioni e, al tempo stesso, di cancellare questa voce per il Comune di Brindisi.

Discarica Micorosa

Micorosa

Il secondo tirocinio avrà per oggetto l’”Ottimizzazione del progetto di bonifica dell’area Micorosa”, zona che ricade del Sito di interesse nazionale (Sin). Di entrambi i percorsi ha dato notizia Confindustria Brindisi, chiedendo il coinvolgimento dell’Amministrazione cittadina nel master.

A Palazzo di città è arrivato il via libera dopo che i progetti sono stati validati dal dirigente dei settori Ambiente e Igiene Urbana, Francesco Corvace, al quale è stato affidato il compito di ricevere gli stagisti dell’università Ca’ Foscari. L’ateneo, lo scorso anno, ha festeggiato i 150 anni dalla fondazione.

L’accordo

Stando all’intesa raggiunta fra le parti, il Comune in qualità di soggetto ospitante accoglierà gli universitari nei propri uffici e seguirà gli ammessi al master nell’ambiente di lavoro “mediante la conoscenza delle tecnologie, dell’organizzazione e dei processi produttivi”. Tutto a costo zero per il bilancio pubblico, avendo in cambio la consegna dei “risultati dell’attività dei tirocinanti, fermo restando il diritto di paternità delle opere nel caso in cui le stesse abbiano carattere innovativo e il diritto di pubblicazione”.

La convenzione ha validità tre anni e potrà essere rinnovata per lo stesso periodo di tempo, con espressa richiesta di uno dei due contraenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, libri per le scuole superiori in 24 ore: prenota online i testi scontati

  • Pasternak avvia corsi di formazione gratuiti a Brindisi

  • Superbonus 110 per cento: il webinar di Confartigianato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento