Master Ambiente: collaborazione fra Comune e Università Ca' Foscari

Consegnati due attestati per dei tirocini riguardanti il risanamento di Micorosa e le criticità di Formica e Mascava

BRINDISI - Sono stati consegnati lo scorso 20 dicembre a Venezia gli attestati del Master di II livello “Caratterizzazione e risanamento dei siti contaminati”, promosso dall’Università degli Studi di Venezia Ca’Foscari, coordinato dal professor Emanuele Argese, con il quale il Comune di Brindisi ha stipulato una convenzione per lo svolgimento di tirocini con Deliberazione di giunta n. 284 del 18/7/2019, insieme a Confindustria Brindisi.

A ricevere gli attestati sono state la dottoressa Maria de’ Benedictis, biologa e l’architetto Tiziana Panacciulli, entrambe pugliesi, che hanno effettuato il tirocinio presso il Settore Ambiente del Comune di Brindisi, affiancate dal dirigente Francesco Corvace, presentando alla commissione del Master i due rispettivi casi di studio: valutazione critica dell’intervento di risanamento nel sito di Micorosa (Sin di Brindisi), nel primo caso, e studio delle criticità ambientali in contrada Formica e Mascava,  con focus sull’Analisi di rischio ambientale, nel secondo.

Le presentazioni sono state apprezzate e ritenute tra le più significative tra quelle complessivamente presentate dai discenti del Master, provenienti da tutta Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Considerato il successo di questa prima attuazione della partnership, l’assessore all’Ambiente del Comune, Roberta Lopalco ha dichiarato: “L’auspicio è quello di portare anche la didattica del Master a Brindisi sin dalla prossima edizione. Considerate le peculiarità ambientali del contesto brindisino, che rappresentano una summa delle questioni inerenti alla bonifica e al risanamento ambientale, abbiamo la necessità di avere professionalità specifiche ed un approccio sempre più esperto e scientifico, in grado di recepire le migliori innovazioni della tecnica ambientale e di intraprendere, sotto questo profilo, filoni di ricerca senza soluzione di continuità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento