Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Fondi della Regione per la manutenzione delle strade, "una boccata d'ossigeno" per Brindisi

L'assessore Tiziana Brigante: "Il progetto 'strada per strada' prevede quasi due milioni per la nostra città". Ma non risolverà tutti i problemi

BRINDISI - Dei cento milioni del progetto regionale "Strada per strada", quasi due milioni sono destinati a Brindisi, 1.941.921,91 euro per la precisione. Per il vice-sindaco e assessore ai Lavori pubblici Elena Tiziana Brigante è una bella "boccata d'ossigeno" per le strade della città. Ma non è certo la panacea di tutti i mali. Spiega l'assessore Brigante, contattata da BrindisiReport, che questa Amministrazione ha in passato richiesto agli uffici competetenti un censimento delle infrastrutture cittadine che hanno bisogno di manutenzione. La spesa prevista era stata calcolata attorno ai cinque milioni di euro. "Ovviamente alcuni lavori sono già stati eseguiti - chiosa Brigante - ma c'è ancora molto da fare. Accogliamo, dunque, con favore questa iniziativa della Regione".

Il progetto "Strada per strada" è stato presentato ieri (mercoledì 16 giugno 2021) in una conferenza stampa. Presente anche Michele Emiliano, il presidente della Regione l'ha definita "la più grande operazione di manutenzione e cura di bellezza delle nostre comunità nella storia regionale". I fondi saranno destinati a tutti i Comuni pugliesi, La ripartizione si basa su due criteri oggettivi ponderati: il numero di abitanti al 1 gennaio 2020 ha pesato per il 55 percento, la superficie territoriale comunale per il 45 percento. Le Amministrazioni comunali saranno le stazioni appaltanti. I tempi sono serrati: a partire dalla pubblicazione dell'avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, i Comuni avranno 5 mesi di tempo per presentare uno o più progetti che, a pena di inammissibilità, siano esecutivi, quindi immediatamente cantierabili. Dall'ammissione al contributo regionale, avranno 6 mesi per indire le gare e aprire i cantieri e successivi altri 6 mesi per completare i lavori e rendicontare le spese alla Regione. All'inizio dei lavori, la Regione Puglia trasferirà ai Comuni il 70 percento delle risorse riconosciute, il restante 30 percento sarà trasferito alla conclusione.

Tiziana Brigante-2

Dunque anche Brindisi deve farsi trovare pronta per il restyling delle arterie stradali. Il Comune è in fase di riequilibrio del bilancio, i cinque milioni previsti per tutti gli interventi sono lontani, ma quasi due milioni di euro sono una bella boccata d'ossigeno per l'assessore Brigante (foto sopra). "Abbiamo notificato alla Regione Puglia e al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il nostro studio - spiega - Ma da anni questi interventi non vengono finanziati, dunque accogliamo con estremo favore questa iniziativa. Possiamo realizzare una buona parte della nostra infrastruttura viaria. La viabilità, la mobilità potrà subire una trasformazione nella nostra città. Ovviamente cercheremo di svolgere tutte le attività nei tempi richiesti dalla Regione. Il finanziamento regionale non copre tutti i cinque milioni che servono, ma nel frattempo abbiamo provveduto alla messa in sicurezza di alcune arterie cittadine. Non ci concentreremo solo sulle strade centrali, ma anche in periferia. Una buona parte di lavori è stata realizzata in vista del passaggio del Giro d'Italia. Immaginiamo anche di intervenire in prossimità dell'accesso al porto e nei pressi della zona industriale. Naturalmente adesso dovremo leggere il provvedimento della Regione. I tempi sono stringenti - conclude Elenza Tiziana Brigante - Dobbiamo attivarci subito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi della Regione per la manutenzione delle strade, "una boccata d'ossigeno" per Brindisi

BrindisiReport è in caricamento