menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Francavilla Fontana, Bruno ritira le dimissioni e vara la nuova giunta: vice Iaia

Il sindaco: "Maria Rizzo, Tommaso Resta, Luigi Galiano e Marina Turaccio sono stati colleghi preziosi che ringrazierò sempre per quanto hanno fatto"

FRANCAVILLA FONTANA - Maurizio Bruno resta sindaco, come era prevedibile a dispetto delle dimissioni protocollare lo scorso 29 giugno, e per superare l'empasse politica ha varato una nuova Giunta, con appendice di polemiche. Della neo nata squadra di governo fanno parte: Alfredo Iaia scelto come vicesindaco con delega all’urbanistica, alle politiche ambientali e all’edilizia privata; Francesco D’Alema con delega alle attività produttive, alla viabilità, al traffico, ai servizi cimiteriali e all’agricoltura; Nicola Cavallo con delega allo sport, ai rapporti con le associazioni sportive, al tempo libero, alle politiche giovanili, al turismo e al verde pubblico;  Vincenzo Garganese con delega alla cultura e alla pubblica istruzione; Serafina Latartara con delega al bilancio, al patrimonio, ai tributi e alle pari opportunità; Nicola Lonoce con delega ai lavori pubblici, alle politiche comunitarie e al contenzioso; Michela Lonoce con delega al personale, alla polizia locale, alla cittadinanza attiva, al randagismo e all’amministrazione digitale

"Dover rinunciare alla professionalità e all’impegno di donne e uomini che tanto hanno fatto per Francavilla Fontana, portando risultati straordinari e sotto gli occhi di tutti, amici con i quali ho vissuto e lavorato gomito a gomito per mesi, se non per anni, è stata una prova durissima", dice Bruno. "Maria Rizzo, Tommaso Resta, Luigi Galiano e Marina Turaccio sono stati colleghi preziosi che ringrazio e ringrazierò sempre per quanto hanno fatto. Hanno dimostrato con i fatti, con il loro lavoro svolto, che non ho sbagliato a volerli al mio fianco. Le logiche e le esigenze della politica spesso però chiedono di più, sempre e ovunque, non sempre a Francavilla. E se si vuole andare avanti, se si sa di avere ancora tanto da offrire alla propria città, se si vuole evitare l’ennesimo pantano del commissariamento e realizzare i propri obbiettivi, quelle logiche e quelle esigenze, se ovviamente legittime, bisogna assecondarle. Credo, anzi sono certo di averlo fatto nel migliore dei modi, chiamando al mio fianco oggi professionisti che andranno a ricoprire il loro incarico e la loro nuova responsabilità con lo stesso encomiabile impegno e la stessa dedizione di chi li ha preceduti.  E li ringrazio, infinitamente, per la loro disponibilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento