menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rottura nei Ds: “L’assessore Greco non è più del gruppo”. Lei si dimette

I democratici e socialisti chiedono la sostituzione della prof titolare della delega all'Organizzazione scolastica. Ieri scoppiettante riunione di maggioranza: "Nessun dialogo, disattese le nostre direttive per seguire la sindaca e i centristi". Ribezzi di nuovo in contestazione, ancora caccia al 17esimo in vista del bilancio

BRINDISI – Il tira&molla tutto interno ai Ds di Brindisi città, da leggere come Democratici e socialisti, alla fine ha consegnato la prima “vittima” politica: l’assessore Maria Greco è fuori dal gruppo, dopo essere stata ritenuta troppo vicina alla sindaca Angela Carluccio e alla sua area, quella dei centristi, che gli ex Pd vorrebbero arginare. Lei si è dimessa questa mattina spiegando di non condividere più la linea del movimento.

La situazione è precipitata nella serata di ieri, per diventare ufficiale questa mattina, quando la titolare delle deleghe all’Organizzazione scolastica e ai Beni Monumentali ha fatto sapere ai giornalisti di voler comunicare qualcosa dopo essere stata messa in discussione nella turbolenta riunione politica andata in scena ieri sera. E' stata protagonista di una conferenza stampa, notizia che ha chiesto al portavoce della sindaca, di consegnare alla stampa, via mail. Cosa che il portavoce di Angela Carluccio ha fatto.

Il gruppo Democratici e socialisti per Brindisi-2Cosa è successo nelle ultime ore? Direttamente da Palazzo di città, si apprende che ieri sera c’è stato l’atteso incontro della coalizione di maggioranza, alla presenza della prima cittadina: sul tavolo, il bilancio di previsione 2017 che il prossimo 21 aprile, venerdì, Carluccio, in qualità di titolare del Bilancio, porterà in discussione in Consiglio chiedendo l’approvazione, dopo che la Giunta ha adottato lo schema di previsione 2017. Servono 17 voti per il passaggio, quorum qualificato finora garantito dal voto di Damiano Flores, il quale oltre ad essere consigliere comunale, ex Pd, passato nei Ds con Luciano Loiacono & co, altri non è se non il coordinatore cittadino del movimento Democratici e socialisti, autore della richiesta di verifica politica che ha portato all’autosospensione degli assessori Salvatore Brigante e Maria Greco.

Entrambi, infatti, per oltre una settimana hanno volutamente disertato le riunioni della Giunta, compresa quella per l’adozione del bilancio di previsione per lanciare un chiaro messaggio nei confronti della sindaca e dei suoi. “Non è in discussione la fiducia, ma l’azione di governo”, fanno sapere dai Ds. “Chiediamo un rilancio che non può che passare da un rafforzamento della Giunta con redistribuzione delle deleghe”. Fuori dal politichese, significa che i Ds non hanno alcuna intenzione di far saltare l’Amministrazione e che, di conseguenza, voteranno il bilancio di previsione, ma insistono sull’inserimento di un nuovo assessore per i Ds, a cui affidare il ruolo di vice sindaco. Nome da pescare all’esterno.

Nella contestazione tra Ds e sindaca con i centristi, si sarebbe innestata la polemica con l’assessore Greco, prof di Educazione fisica, candidata nella lista dei Democrati per Brindisi, tenuta a battesimo dagli ex Pd, alle ultime amministrative, e non eletta. Ha conseguito 44 voti e su indicazione di Loiacono è entrata nell’esecutivo. Nelle ultime settimane però è venuta a galla l’insofferenza tra Loiacono e Greco, separati a quanto pare dalla richiesta di non votare il bilancio in attesa della definizione della crisi.

L’assessore non l’avrebbe presa bene e avrebbe riferito al gruppo di non voler tradire la fiducia della sindaca. Vero è che in Giunta non si è presentata, ma la diatriba è andata avanti. Anche perché i Democratici e socialisti hanno chiesto un approfondimento su alcune questioni politico-amministrative come l’ampliamento del palazzetto dello sport. Alla fine, lo strappo c’è stato: “Non c’è dialogo con l’assessore che sembra rispondere più alla sindaca che noi al gruppo”, hanno detto ieri. Per questo è stata chiesta la sua sostituzione, il che vuol dire che Maria Greco resterà in Giunta se e solo se sarà confermata da Angela Carluccio, diventando quindi assessore in quota alla sindaca. Greco, intanto, ha rassegnato le deleghe, restituendole alla sindaca.

In questo caso i Ds chiedono oltre al vice sindaco, un altro assessore. E la cosa si complica. In questo quadro, c’è da registrare il raffreddamento dei rapporti con il consigliere Umberto Ribezzi, il quale potrebbe essere assente alla sessione di Bilancio. Se così dovesse essere, sarà di nuovo caccia al 17esimo voto perché non sarà sufficiente il voto di Flores.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Cronaca

    Multata da agente fuori servizio: il giudice annulla la sanzione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento