menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acuto di Antenucci al 94': il Brindisi evita la sconfitta a Vieste

Finisce 1-1 in casa del Vieste, nella quinta giornata di campionato. Gli ospiti si divorano numerose occasioni

BRINDISI – Un rete di Antenucci a pochi secondi dal triplice fischio salva il Brindisi dalla sconfitta in casa del Vieste. I padroni di casa erano passati in vantaggio all’8’ del primo tempo con Raiolo. Gli ospiti, ancora senza guida tecnica dopo l’esonero di miste Rufini, hanno costruito occasioni da rete a profusione.

Tornarsene dal Gargano con una sconfitta sarebbe stato davvero troppo per il Brindisi, che dopo cinque giornate si attesta al quarto posto del campionato di Eccellenza, a pari punti con il Casarano e a due lunghezze da dalla capolista Altamura: quell'Altamura che con la vittoria conquistata giovedì scorso al Fanuzzi, nella gara d’andata del secondo turno di Coppa Italia d’Eccellenza, ha sancito la fine dell’avventura di Rufini.

L’allenatore in seconda Gianmarco Funaro ha schierato un Brindisi a trazione offensiva, con Pizzolato fra i pali, una linea difensiva a quattro composta dai centrali Fruci e Iannicello e dagli esterni Salamina, neotesserato classe 2000, e De Fazio. Centrocampo a due con il regista Marino e Cordisco. In attacco, Procida e Quarta sulle fasce, a supporto degli attaccanti Pignataro e Santoro.

Il gol del vantaggio del Vieste dopo appena otto minuti non ha scoraggiato il Brindisi, che nel primo tempo ha macinato gioco, pur rendendosi pericoloso poche vote. Nel secondo tempo i biancazzurri si sono riversati nella metà campo avversaria, divorandosi numerose palle gol. Più che meritata, dunque, l’incornata vincente di Antenucci al quarto dei cinque minuti di recupero stabiliti dall’arbitro.

Domenica prossima, i biancazzurri ospiteranno il Molfetta al Fanuzzi. In quella occasione, quasi certamente, farà il suo debutto il successore di Rufini. Diversi nomi sono circolati negli ultimi giorni, fra cui quello di Mangiapane, già calciatore del Football Brindisi in Serie D, ai tempi della gestione Barretta. Ma i tifosi brindisini presenti oggi a Vieste hanno preso una posizione inequivocabile: Mangiapane, a causa di vecchie vicissitudini, non è una opzione gradita. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento