rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Anche Taurino e Alessandrì firmano il contratto "decurtato"

BRINDISI – Anche Roberto Taurino e Alessandro Alessandrì hanno aderito alla richiesta del presidente Vittorio Galigani di ritoccare in basso i loro emolumenti e di prorogare il contratto sino a giugno del 2012. Esattamente come avevano fatto poche ore prima Fabio Moscelli e Nicola Pizzolla. “Stiamo affrontando la posizione di ciascun giocatore il cui contratto scade nel giugno 2011 – ha detto il presidente Vittorio Galigani -. E’ solo questione di tempo perché le incombenze sono tante, ma devo dire che si è costituito un bel gruppo e sono certo che si farà bene”.

BRINDISI - Anche Roberto Taurino e Alessandro Alessandrì hanno aderito alla richiesta del presidente Vittorio Galigani di ritoccare in basso i loro emolumenti e di prorogare il contratto sino a giugno del 2012. Esattamente come avevano fatto poche ore prima Fabio Moscelli e Nicola Pizzolla. "Stiamo affrontando la posizione di ciascun giocatore il cui contratto scade nel giugno 2011 - ha detto il presidente Vittorio Galigani -. E' solo questione di tempo perché le incombenze sono tante, ma devo dire che si è costituito un bel gruppo e sono certo che si farà bene".

Quindi altri due giocatori di grossa caratura continueranno a giocare per il Brindisi. Taurino è un difensore centrale di grande spessore. E lo stesso discorso vale per il centrocampista Alessandrì che lo scorso campionato, per sovrabbondanza di uomini messi a disposizione dell'allora allenatore Massimo Silva, ha fatto molta panchina e spesso era finito in tribuna.

L'unico, al momento, che non ha raggiunto un accordo con la nuova dirigenza è Stefano Trinchera che l'altro giorno ha lasciato, autorizzato dalla dirigenza, a lasciare il ritiro e ad allenarsi nella zona in cui risiede. La squadra che affronterà il prossimo campionato (si parte domenica 22 agosto) piano piano sta prendendo corpo.

Vittorio Galigani si è assicurato le prestazioni dei portieri Marconato e Buono, dei difensori La Rosa e Pisa, del centrocampista argentino Cejas, che si vanno ad aggiungere ai difensori Idda, Camposeo e Taurino, ai centrocampisti Pizzolla, Alessandrì e Lenti, all'attaccante Moscelli, e di tanti giovani molto interessanti. "La nostra squadra sarà un mix di esperienza e di gioventù", ripete da giorni Galigani. Per quanto riguarda gli esperti ci sono ancora posizioni che debbono essere definite e riguardano, Battisti, Mortelliti e Piccinni. E infine manca una prima punta.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Taurino e Alessandrì firmano il contratto "decurtato"

BrindisiReport è in caricamento