rotate-mobile
Sport

Vela: la regata Brindisi-Corfù passerà da Tricase. Presentata la 29esima edizione

Le barche della categoria Maxi passeranno da Tricase in occasione della 29esima edizione della regata internazionale Brindisi - Corfù, che il prossimo 11 giugno partirà del porto interno di Brindisi. Le novità della manifestazione, annoverata fra le più importanti regate d'altura internazionali del Mediterraneo, sono state illustrate stamani

BRINDISI – Le barche della categoria Maxi passeranno da Tricase in occasione della 29esima edizione della regata internazionale Brindisi – Corfù, che il prossimo 11 giugno partirà del porto interno di Brindisi. Le novità della manifestazione, annoverata fra le più importanti regate d’altura internazionali che si svolgono nel Mediterraneo e fra le sette migliori manifestazioni sportive in Puglia, sono state illustrate stamani dal presidente del Circolo della vela, Teodoro Titi, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche il vicesindaco di Brindisi, Giuseppe Marchionna, il presidente della Camera di commercio, Alfredo Malcarne, un dirigente della Provincia, l’ingegnere Sergio Rini, il consigliere regionale Giovanni Brigante e il presidente del Comitato olimpico provinciale, Nicola Cainazzo.

Titi è alla sua prima Brindisi – Corfù da presidente del Circolo della vela. Il “pesante testimone” dell’organizzazione delle regata gli è stato passato dal suo predecessore, Livio Georgevich, l’ideatore della kermesse. Lo storico partner della manifestazione, Banca popolare Pugliese, viene affiancato da un nuovo sponsor: Tenute Rubino di Luigi Rubino. Le prime imbarcazioni arriveranno al porticciolo turistico, sede dell’odierna conferenza stampa, il 31 maggio. Lo stesso giorno si svolgerà una regata costiera. Il 2 giugno, invece, una regata nelle acque prospicienti la diga di Punta Riso. La manifestazione comincerà a entrare nel vivo il 7 giugno, con l’apertura della Segreteria regata nella Casa del turista del lungomare Regina Margherita.

Fra l’8 e il 10 giugno si svolgeranno i controlli di stazza e dei certificatori Orc, oltre alla verifica delle dotazioni di sicurezza; il 10 giugno, sul lungomare, si terrà la cerimonia di benvenuto. Il giorno successivo, quello della partenza, si procederà con: il briefing degli equipaggi ai piedi della Teodoro Titi, presidente del Circolo della vela-3scalinata Virgilio; l’inizio delle operazioni di partenza dalle banchine del porto; la partenza della classe A (Maxi), multiscafi e barche d’epoca e classiche (ore 13), seguita dalla partenza di tutte le altre classi (ore 13,10). Il 13 giugno, nella Marina di Gouvia (Corfù) si svolgerà la cerimonia di premiazione, seguita da una festa organizzata da Tenute Rubino. La trasmissione “Linea blu” di Rai 2 seguirà tutta la regata a Brindisi e Corfù. L’emittente radiofonica Ciccio Riccio seguirà invece la partenza a bordo di un’imbarcazione.

La grande novità della 29esima edizione, come detto, è la predisposizione di un nuovo percorso riservato alle barche Maxi, che dovranno raggiungere una boa in prossimità del porto di Tricase. Il tragitto dei Maxi sarà dunque allungato rispetto alla tradizionale rotta seguita dalla flotta, con una suggestiva “sfilata” lungo il litorale salentino. Anche quest’anno gareggeranno alcune barche d’epoca, grazie a un progetto con club del settore greci e italiani mirato ad accrescere l’interesse nei confronti di queste imbarcazioni, con un circuito dedicato che parta da Brindisi e arrivi fino alle isole del golfo Saronico a Sud – Ovest di Atene.

Come già avvenuto in occasione della 18esima edizione, la regata potrà essere seguita in tempo reale da casa, attraverso un sistema di rilevamento satellitare (tracking) che permetterà di seguire la rotta di ogni barca e apprendere la classifica provvisoria in ogni momento, migliorando ancora di più il gradiente si sicurezza degli equipaggi. Non mancheranno, ovviamente, una serie di iniziative a sfondo benefico. Quest’anno, in particolare, il comitato organizzatore del Circolo della vela ha deciso di sostenere: il programma alimentare mondiale (World food program) delle Nazioni unite, in favore dei bambini sfollati dalla Siria; l’Aido (Associazione italiana donatori organi); l’associazione “Gv3 Velaterapia”, progetto per conoscersi in regata; Alba Mediterranea, promozione sociale per potenziare al legalità nei giovani.

La bandiera del World food program-2La Brindisi - Corfù è anche un’opportunità di incremento dei flussi turistici. Per questo, saranno collegate alla regata organizzata dal Circolo della vela altre due regate: la Bari – Montenegro e la Corfù – Otranto. Quest’ultima, denominata “100 martiri” partirà sabato 14 giugno da Corfù, con arrivo previsto a Otranto domenica 15, al mattino. Il percorso sarà di circa 65 miglia. A Brindisi, poi, si terrà la cerimonia di premiazione rivolta alle barche che hanno partecipato alla Brindisi – Corfù e alla Corfù – Otranto.

E restando in tema di promozione turistica, è da rimarcare come i giorni di permanenza delle barche a Brindisi sono gli stessi in cui per le vie del capoluogo si svolgerà un grande evento enogastronomico: il Negramaro wine festival. Le regata, inserita nell’ambito delle iniziative di “Brindisi città europea dello sport”, rientra quest’anno nel progetto Adrimob: programma di cooperazione transfrontaliero Ipa, finalizzato a favorire lo sviluppo del sistema di trasporto sostenibile lungo e tra le coste dell’Adriatico, sostenuto dalla provincia di Brindisi. E vi sarà anche un pensiero per i due marò, Salvatore Girone e Massimo Latorre, trattenuti da oltre due anni in India. La barca Idrusa (Montefusco Sailing project) esporrà infatti una bandiera sullo strallo di prua ed invita tutti gli altri equipaggi a fare lo stesso. La Brindisi - Corfù, insomma, è molto più di un semplice evento sportivo. (Le foto sono di Gianni Di Campi)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vela: la regata Brindisi-Corfù passerà da Tricase. Presentata la 29esima edizione

BrindisiReport è in caricamento