Barcellona: doping, sospeso Martin

BRINDISI – LegaDue: l’antidoping frena Martin, che salterà gara due con il Brindisi. Nel primo campione analizzato, è stata rilevata la presenza di Anastrozolo e Analoghi del testosterone di origine esogena, per Philip Isaiah Martin, tesserato della Federazione Italiana Pallacanestro, al controllo in competizione, disposto da Fip/Coni Nado il 5 maggio 2012, in occasione della gara del campionato tra la Conad Bologna e Sigma Barcellona.

Formenti tra Martin e Green (ph V.Massagli)

BRINDISI – LegaDue: l’antidoping frena Martin, che salterà gara due con il Brindisi. Nel primo campione analizzato, è stata rilevata la presenza di Anastrozolo e Analoghi del testosterone di origine esogena, per Philip Isaiah Martin, tesserato della Federazione Italiana Pallacanestro, al controllo in competizione, disposto da Fip/Coni Nado il 5 maggio 2012, in occasione della gara del campionato tra la Conad Bologna e Sigma Barcellona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vista la richiesta di immediata sospensione dall’attività agonistica dell’atleta Philip Isaiah Martin, presentata dall’Upa, in data 24 maggio 2012, il Tribunale Nazionale Anti Doping, rilevato che il giocatore è risultato positivo all’analisi del primo campione e considerato che, allo stato, sussistono elementi di responsabilità a carico del tesserato in questione, e  viste inoltre le vigenti Norme Sportive Antidoping, ha disposto l’immediata sospensione dall’attività agonistica dell’atleta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

  • "Ora basta". I medici esasperati scrivono a prefetto e procuratore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento