rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport

Basket: l'Enel perde per la quarta volta di fila, tafferugli sugli spalti a fine partita

BRINDISI – Quarta sconfitta consecutiva per l'Enel Brindisi, che cede in casa anche al Caserta. E a fine partita, si sono registrati tafferugli tra i tifosi sugli spalti. Contro la Pepsi, che vede tra le proprie fila anche quell'Eric Williams che nonostante l'acquisto estivo non ha mai iniziato la sua avventura con Brindisi (dopo la rescissione con l'Enel, è finito in Campania), Perdichizzi parte con un quintetto formato da Tourè, Dixon, Maresca, Lang, Diawara.

BRINDISI - Quarta sconfitta consecutiva per l'Enel Brindisi, che cede in casa anche al Caserta. E a fine partita, si sono registrati tafferugli tra i tifosi sugli spalti. Contro la Pepsi, che vede tra le proprie fila anche quell'Eric Williams che nonostante l'acquisto estivo non ha mai iniziato la sua avventura con Brindisi (dopo la rescissione con l'Enel, è finito in Campania), Perdichizzi parte con un quintetto formato da Tourè, Dixon, Maresca, Lang, Diawara.

Inizio equilibrato, con un Brindisi che si fa sentire soprattutto dalla linea dei tre punti. Buone le percentuali di Dixon, mentre la vera spina nel fianco, che sbaglia pochissimo. E' testa a testa ma alla fine Caserta chiude avanti di un punto (17-18) il primo quarto. Nel secondo tempino è decisamente peggiore la mira del Brindisi che dimezza le proprie percentuali. Dixon commette il secondo fallo e per qualche minuto Perdichizzi lo fa accomodare in panchina. Caserta allunga fino a +9 (19-28). Il parziale di 2-10 è pesante per i padroni di casa. Entra Roberson che però sbaglia molto: su 4 tiri dalla distanza, nemmeno un canestro. Brindisi gestisce male in attacco e subisce dall'altra parte la concretezza dei casertani, Colussi in primis. Al 19' il massimo vantaggio per gli ospiti con un 25-36. Schiacciata di Tourè, si va al riposo lungo sul punteggio di 27-36.

Nel terzo quarto, sembra un'altra partita. Due triple di Dixon e un tap-in di Lang riportano l'Enel in partita: è 35-38. Dixon è in un ottimo momento, ma commette un quarto fallo ed è costretto a cedere il posto a Giovacchini. Con una tripla il pari grazie a Diawara, che finalmente sblocca il proprio tabellino. E' proprio lui, con nove punti segnati tutti di fila, ad operare la rimonta: l'Enel va avanti (45-38), con un parziale di 18-0. Caserta si risveglia alla fine del terzo quarto, grazie ai 12 punti di Koszarek: gli ospiti prima della pausa riescono a chiudere avanti di un punto (47-48).

Nell'ultimo quarto, si risveglia Jones, autore di una tripla. E' quasi uno scontro diretto tra Tourè e Koszarek: a 4' dalla fine è 60-60. Esce Roberson, senza nemmeno un punto (0/2 da due e 0/6 da tre), ed entra Maresca. Brutta caduta per Lang, che si infortuna al polso (l'infortunio sembra serio, se ne saprà di più nelle prossime ore): al suo posto Infante. Con Jones e Di Bella, Caserta allunga con un +9. Brindisi molla, Caserta porta a casa la partita: finisce 64-76. A fine partita, tafferugli tra tifosi sugli spalti: intervengono gli agenti della Digos per fermare gli scontri.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Il tabellino

Brindisi: Roberson, Dixon 19, Tourè 15, Diawara 17, Maresca 3, Pugi, Vorzillo ne, Giovacchini, Gallea ne, Lang 7, Infante 3.

Caserta: Koszarek 18, Di Bella 10, Williams 6, Jones 17, Ere 3, Marzaioli ne, Colussi 11, Bowers 4, Porfido ne, Garri 1, Martin ne.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

FOTOSERVIZIO di Vito Massagli

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket: l'Enel perde per la quarta volta di fila, tafferugli sugli spalti a fine partita

BrindisiReport è in caricamento