rotate-mobile
Sport

L'Enel cede a Sassari il quarto posto: ma è pur sempre un risultato storico. Ora i play-off

Al Pala Serra di Sassari durano solo 15 minuti le speranze dell’Enel Basket Brindisi, che poi crolla e cede al Banco di Sardegna il quarto posto in classifica ed il vantaggio casalingo nello scontro play-off.

SASSARI - Al Pala Serra di Sassari durano solo 15 minuti le speranze dell’Enel Basket Brindisi, che poi crolla e cede al Banco di Sardegna il quarto posto in classifica ed il vantaggio casalingo nello scontro play-off. Ad affondare i ragazzi di Bucchi, come al solito, lo strapotere avversario ai rimbalzi, ma anche il contropiede degli uomini di Sacchetti. È finita 97-78, con Omar Thomas e Caleb Green protagonisti tra i padroni di casa. Tra i brindisini si salvano Lewis e, per quel che hanno fatto vedere nella prima parte del match, James e Zerini. Praticamente nullo l’apporto di Chiotti e Umeh, i nostri due “rinforzi”.

Brindisi chiude la regular season al quinto posto. Risultato storico, ma quanto rammarico per le partite gettate al vento contro squadre di rango inferiore…

LA CRONACA DELLA PARTITA

Primo quarto tutto di marca Enel, che sembra tornata quella del girone di andata: James e Zerini dominano sotto i tabelloni, Dyson e Campbell colpiscono in velocità. Dalla parte opposta si mette in mostra l’ex di turno, Omar Thomas, che realizza 8 punti. Il canestro di Gordon chiude il quarto sul 18-24.

L’inizio della seconda frazione conferma che i brindisini sono in buona serata: la palla gira a meraviglia e tutti i giocatori sono coinvolti nel gioco, la difesa è arcigna. La tripla di Lewis al15° segna il massimo vantaggio Enel: 27-38. Il pubblico sardo capisce che è il momento di farsi sentire e inizia a mettere pressione sugli ospiti: Campbell ci casca e si fa dare un fallo tecnico che consente a Sassari di riportarsi a -5. Una sciocchezza che costa cara, perché i padroni di casa si risvegliano dal torpore, mentre i ragazzi di Bucchi accusano il colpo e al 19° la partita torna in parità: 40-40. Caleb Green la mette definitivamente sul binario sassarese e si va negli spogliatoi sul 47-41.

Al rientro dagli spogliatoi l’Enel cola a picco e Sassari vola: 55-43, Bucchi e i suoi si vedono soffiare il quarto posto. Dyson scompare, Zerini commette il suo quarto fallo. Drake Diener allunga fino al 66-53. I tentativi di reazione dei biancazzurri vengono sistematicamente respinti e gli uomini di Sacchetti chiudono il terzo quarto in vantaggio 70-59. I due canestri iniziali dell’Enel fanno ben sperare, ma la risposta sassarese è travolgente, con Thomas che firma il +14 (79-65). Zerini esce dalla partita (5° fallo) e la squadra lo segue a ruota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel cede a Sassari il quarto posto: ma è pur sempre un risultato storico. Ora i play-off

BrindisiReport è in caricamento