menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiara Pignatelli, la giovane promessa del tiro a volo è di Ostuni

La 15enne si divide tra l'istituto "Carnaro" di Brindisi e il poligono. Il suo palmarès è già ricco di medaglie d'oro e di podi

OSTUNI – I capelli castani legati in una coda, lo sguardo concentrato. Prende la mira, fa fuoco, centra il bersaglio. E' la passione, è la disciplina che pratica Chiara Pignatelli, 15enne ostunese promessa del fucile, del tiro a volo. Il poligono o il piattello da una parte, dall'altra la giovanissima Chiara, giovanissima ma già determinata. La forza che sprigiona la sua voce, calma, rende l'idea del suo impegno quotidiano e costante, intervallato con lo studio, la priorità adesso. Lei frequenta l'istituto nautico "Carnaro" di Brindisi.

"Frequento questa scuola, il mio sogno è entrare in marina. Però, mai dire mai”. Si lascia le porte aperte, Chiara, consapevole che alla sua età è ancora presto per pensare al futuro. Per ora c'è la scuola, i voti buoni da portare a casa. E poi, da tre anni a questa parte c'è il fucile, c'è il poligono. Le prime gare le ha svolte nel 2018, in Umbria. Ha collezionato vittorie e podi, ma è il 2019 l'anno finora più proficuo: tra gli altri podi, oro nel campionato d'inverno, sia individuale che a squadre. E' un palmarès eccellente. Che rende orgoglioso il suo allenatore, il francavillese Michele Manelli. Chiara, infatti, si allena a Francavilla Fontana.

chiara pignatelli 2-2-2

Ma com'è nata la passione in Chiara Pignatelli? Nonno cacciatore, papà Alesandro praticante di tiro a volo – e appassionato di armi – E' facile immaginare come si sia approcciata subito al fucile e al poligono. All'inizio in famiglia erano scettici. "Io ero proprio contraria": chiosa mamma Antonella, che guarda la figlia con amore e orgoglio mentre parla. Ma i primi risultati della giovane campionessa hanno fatto cambiare idea a tutti. "La prima volta che ho visto un'arma, non l'ho vista come qualcosa di negativo. Ovviamente sapevo quanto fossero pericolose e difficili da maneggiare. Per me non sono fonte di divertimento, ma strumenti. La responsabilità è di chi le maneggia". 

Il suo talento cristallino ha portato il magazine "Sette" del Corriere della Sera ha interessarsi a lei. Chiara non ha stereotipi, forse gli altri sì. Sicuramente ha rotto gli schemi, lei ragazza, imbracciando l'arma e portando a casa i risultati eccellenti che hanno contraddistinto la breve – ma con ottime prospettive – carriera di Chiara Pignatelli. E infatti Chiara invita le altre giovanissime, se hanno la passione per il poligono, "a non avere timore, a non credere agli stereotipi. Se qualcosa ti piace farla, semplicemente, la fai". Giovanissima, ma con le idee già chiare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola: il Tar sospende l'ordinanza regionale, si torna in aula

Attualità

Genitori e alunni contro la Dad: flashmob davanti alle scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

  • social

    Mesagne, bando "Honestas": proclamato il vincitore

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento