Happy Casa passa anche a Pesaro ed ora viaggia verso le Final Eight

Brindisi si conferma al 5° posto della classifica generale. La partita contro Sassari, valida per i quarti di finali della “Zurich Connect” Final Eight 2020, in programma venerdì 14 febbraio con inizio alle ore 18, sarà trasmessa in diretta TV dalla Vitrifrigo Arena di Pesaro, sui canali televisivi di RAI Sport HD, Eurosport 2 e di Eurosport Player

BRINDISI - Pesaro è stata una partita di autentico “rodaggio” in vista del prossimo impegno delle Final Eight in programma nella Vitrifrigo Arena, che vedrà impegnata Happy Casa Brindisi, nella seconda giornata dei quarti di finale, contro Sassari, venerdì prossimo 14 febbraio, in campo alle ore 18. Ma chi temeva che la squadra sarebbe caduta nella trappola di una partita presa con disinvoltura per la precaria situazione di classifica di VL Pesaro, ha avuto paura almeno per qualche minuto.

L’approccio alla partita di Happy Casa Brindisi, infatti, non è stato dei più felici, ma sono bastati pochi minuti e le giuste correzioni apportate da coach Vitucci per ripristinare il legittimo livello delle forze in campo, e far scorrere poi la partita in un divertente monologo brindisino. Poi Martin, Thompson e Sutton, hanno impresso alla partita il ritmo ed il marchio della loro superiorità e la squadra ha ripreso il passo giusto, lasciando poco spazio al ritorno di Pesaro

Risparmio energetico per i “forzati” del tempo pieno

Finalmente coach Vitucci ha potuto disporre delle buone rotazioni e, una volta assicurata la supremazia della squadra con il risultato non più in discussione, ha schierato 10 giocatori disponibili, evitando altro carico di lavoro ai “forzati” della squadra che in più occasioni sono rimasti in campo ben oltre i 35 minuti di gara (Banks, Thompson, Brown, Martin e Stone).  Così ha beneficiato di maggior minutaggio Raphael Gaspardo che è rimasto in campo per 25 minuti ripagando coach Vitucci con una super prestazione da “doppia-doppia” con 16 punti realizzati e 16 rimbalzi catturati, Luca Campogrande, Iris Ikangi, Alessandro Zanelli ed ha trovato spazio anche se per un solo minuto il giovane Francesco Serra. A pochi giorni dal debutto in Final Eight, la partita di Pesaro è servita anche per consentire alla squadra un impegno meno stressante e certamente non gravoso, che potrà tornare molto utile a coach Vitucci, al suo staff ed a Marco Sist, per preparare al meglio la partita contro Sassari.

Gaspardo contro Reggio Emilia-2

“Keep calm and carry on  Sutton”

Limitata a 15 minuti è stata, invece, la presenza in campo di Kelvin Martin, certamente per motivi precauzionali legati alle non perfette condizioni fisiche, e di Dominique Sutton apparso tuttavia lontano dal suo miglior rendimento e particolarmente nervoso. Perciò “stai calmo e vai avanti Sutton” perché gli arbitri, soprattutto nelle partite di Final Eight, non si lasceranno scappare l’occasione per sanzionare le reazione ed i falli più plateali. Sutton dovrà controllare la sua esuberanza fisica ed atletica e la voglia di vincere per evitare di incorre in falli tecnici ed antisportivi, che potrebbero compromettere i risultati della squadra. Contro Pesaro coach Vitucci ha scelto bene di tenere in campo i soliti punti di riferimento della squadra che sono John Brown e Tyler Stone, ed un fantastico Darius Thompson già in edizione Final Eight.

Sutton contro Treviso-2

Happy Birthday “magic Banks” 

C’è l’età biologica e l’età anagrafica. Ma prendi lui, il capitano “magic Banks”, lo metti in campo per 21 minuti, realizza 25 punti facendo ammattire la difesa di Pesaro, e si comprende che il contrasto esiste realmente, perché solo un talento naturale con un fisico da ragazzino può festeggiare il suo 34esimo compleanno, danzando in mezzo ai giganti con il sorriso stampato sul viso, esibendo una condizione fisica ed un atletismo fuori dal comune.  A Pesaro Adrian Banks ha stabilito un nuovo record personale: con le 6 triple realizzate su 10 tentativi il capitano ha raggiunto quota 150 nella speciale classifica dei tiri da 3 punti, primo giocatore nella storia del basket brindisino, ed ha completato la sua prestazione con 3/4 da 2 punti. Ora i tifosi brindisini si augurano che il capitano della loro squadra, che considera Brindisi la “sua casa”, possa battere il record di stagioni sportive con la maglia di Happy Casa e restare ancora a lungo legato professionalmente alle sorti della New Basket.

Vitucci e la formula sbagliata

Al termine della vittoriosa partita di Pesaro, il coach di Happy Casa Brindisi ha parlato della formula delle prossime Final Eight che presenta evidenti svantaggi per le squadre che giocano venerdì, nella seconda giornata, perché non usufruiscono di una giornata di riposo, rispetto alle formazioni impregnate il giovedì, nella prima partita dei quarti di finale che, invece, godono della privilegiata sosta di un giorno. Ci vorrebbe, infatti, una giornata di riposo fra i quarti e le semifinali per garantire uguale trattamento alle 8 formazioni in gara. Una evidente anomalia che la Federazione non ha ritenuto di dover modificare, nonostante nella scorsa edizione fu proprio Happy Casa Brindisi ad essere maggiormente penalizzata.

Coach Frank Vitucci-6-5

La squadra di coach Vitucci, infatti, fu costretta a giocare la seconda partita della tarda serata di venerdì, chiusa con un over time contro Sassari, e scendere in campo sabato, dopo meno di 24 ore, nella semifinale contro Cremona. Giustamente coach Vitucci ha voluto segnalare che gli allenatori non vengono coinvolti in queste decisioni ed in verità neppure le società fanno sentire la propria voce per garantire pari equilibrio alle formazioni in gara. Questo attuale continua ad essere un format che non garantisce pari equilibrio delle forze in campo e doveva essere giustamente approfondito e corretto in tempo utile.

Tutti a Pesaro

Come nel “bomba day” la città di Brindisi si appresta ad essere evacuata da migliaia di tifosi con direzione Pesaro, che raggiungeranno la città adriatica con ogni mezzo possibile. Tutti   i tifosi hanno già da tempo in tasca il biglietto di ingresso alla Vitrifrigo Arena di Pesaro, dove Happy Casa scenderà in campo venerdì prossimo, 14 febbraio alle ore 18, contro Dinamo Sassari. Come lo scorso anno, al “Mandela Forum” di Firenze, anche questa volta i tifosi brindisini saranno in larga maggioranza a sostenere la loro squadra, supportati questa volta dalla tifoseria pesarese, con la quale perdura una straordinaria forma di “gemellaggio” che nel tempo si è trasformata in autentica amicizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

Torna su
BrindisiReport è in caricamento