menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Final Eight: Happy Casa eliminata da Pesaro, sfuma la finale

Solo nel finale la New Basket riapre una gara in cui ha avuto uno svantaggio massimo di 17 punti. Harrison vola negli States

Finisce la Final Eight della Happy Casa Brindisi. La squadra di Vitucci è stata superata in semifinale dalla Carpegna Prosciutto Pesaro (69-75). Solo nel finale la New Basket, lontana parente della squadra che ieri ha avuto la meglio su Trieste, è riuscita a raddrizzare una partita in cui, nel terzo periodo, ha accumulato fino a un massimo svantaggio di 17 lunghezze dalla squadra di coach Repesa. Pesante l’assenza di Harrison, che stamattina è volato negli States per curare l’infortunio al menisco rimediato ieri. Oltre a questa defezione, Vitucci ha dovuto rinunciare a Bell, a causa di una manata in faccia, nel momento cruciale del match. La squadra si è aggrappata al neo papà Thompson (19 punti) e al Perkins (16 punti) per riaprire nell’ultimo minuto la gara, fino a portarsi a un solo punto dagli avversari. Ma un pallone perso da Visconti a 10 secondi dal termine ha sancito la fine dei sogni di gloria della Happy Casa, che non riesce a centrare l’obiettivo della terza finale consecutiva. 

Primo quarto

La Happy Casa Brindisi parte con Gaspardo, Udom, Thompson, Perkins, Bell. L’avvio di gara è di marca prettamente difensiva. Dopo 3 minuti, i canestri realizzati sono solo uno per parte (2-2). La gara è equilibrata. All’8’ Pesaro tenta il primo allungo (6-12). Disattenta in difesa, la New Basket è imprecisa e prevedibile in attacco. Troppe le palle perse. Con un break di 4-0, Brindisi riduce la falla (10-12 al 9’). Alla fine del quarto, la Happy Casa è sotto di 3 (12-15).

Secondo quarto

Dopo il primo mini intervallo entrano nelle rotazioni Zanelli, Visconti, Krubally e Willis. La Prosciutto Carpegna martella dalla distanza, mentre Brindisi fatica a trovare gli automatismi offensivi. Al 13, la squadra di Vitucci accumula un passivo di 8 punti (21-13). La Happy Casa non reagisce e al 16’ si ritrova sotto di 9. Brindisi si affida a Thompson per ritrovare il bandolo della matassa. Ma è sempre Pesaro a controllare la partita. Al 19’, il gap della Happy Casa sale a 12 punti (27-39) e Vitucci, dopo aver protestato con l’arbitro Paternicò, si becca un fallo tecnico. A stretto giro anche Perkins rimedia un tecnico. La Prosciutto Carpegna ne approfitta, arrotondando a + 14 il massimo vantaggio (27-41). Alla fine del primo tempo, una brutta Happy Casa è sotto di 13 (28-41). 

Terzo quarto

In avvio di secondo tempo la Happy casa da qualche timidissimo segnale di ripresa, ma Pesaro subito replica con un mini parziale di 6-0 che complica ulteriormente la situazione di Brindisi, sotto di 17 al 25’ (33-50). Come se non bastasse, Vitucci perde temporaneamente Bell, costretto ad andare negli spogliatoi a seguito di una manata al volto. Nel momento più difficile, la Happy Casa si risveglia con un mini break di 10-0 che assottiglia il distacco a 7 punti (43-50). Alla fine del periodo, la partita è ancora viva (52-47).

Ultimo quarto

Al 31’, solo 4 punti separano le due squadre, ma la sfida si mette di nuovo in salita per la Happy Casa al 32’, quando Willis fa 0 su due dalla lunetta e subito dopo Pesaro piazza una giocata da 4 che riporta il vantaggio a due cifre (58-48). Con una nuova reazione d’orgoglio, trascinata da Thompson, Brindisi riesce nuovamente a ridurre il distacco a 4 punti (57-61 al 35’). Al 16’ rientra Bell, ma lo sfortunato atleta americano dopo 3 minuti è costretto a tornare in panca, per un problema alla caviglia. Nel finale l’inerzia torna nettamente dalla parte di Pesaro, che al 37’ va sul +11 (59-70). Udom, a poco meno di due minuti dalla fine, riaccende la speranza con la tripla del – 5 (70-65). A 1,19 dal termine, Brindisi torna a un solo possesso di distacco (67-70). Poi Perkins, a 40 secondi dalla fine, mette la schiacciata del -1. Negli ultimi secondo Visconti perde palla e sulla ripartenza viene fischiato un antisportivo a carico di Brindisi, che a quel punto vede sfumare definitivamente la vittoria. Sarà Pesaro ad affrontare domani (ore 18) Milano, in finale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento