Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Final Eight: contro Trieste rientra Harrison. Willis aggregato alla squadra

Strappato uno striscione esposto dai tifosi brindisini all'esterno del Forum di Assago. L’Olimpia Milano condanna il gesto

BRINDISI - La squadra brindisina è partita questa mattina, mercoledì 10 febbraio, alla volta di Milano dove completerà la preparazione in vista della prima partita delle Final Eight che disputerà venerdì prossimo (12 febbraio) contro Trieste. La buona notizia è che Derek Willis è partito con la squadra perché lo staff medico di Happy Casa che ha seguito l’evolversi della “lombalgia acuta da sforzo” a seguito di azione di gioco nella partita contro Reggio Emilia, ha ritenuto di poter aggregare il giocatore americano alla comitiva. Sia pure non completamente guarito, pertanto, Derek Willis dovrebbe far parte del roster a disposizione di coach Vitucci, ma le sue condizioni saranno ovviamente valutate nel corso della preparazione alla partita contro Trieste che la squadra svolgerà a Milano oggi e domani, con la speranza che il forte giocatore americano possa recuperare in tempo utile per essere impiegato, sia pure con limitato minutaggio. 

Harrison, Happy Casa

Il ritorno di D’Angelo Harrison

E della partita contro Trieste dovrebbe far parte anche D’Angelo Harrison il cui recupero è stato seguito con successo presso la struttura sanitaria e riabilitativa del dottore Palaia d’intesa con il responsabile dottor Dino Furioso e con le cure del massofisioterapista Rino Longo. Happy Casa ritrova il suo leader indiscusso in Final Eight giusto dopo che coach Vitucci ha avuto conferma a Treviso di poter disporre di giocatori in grado di sopperire con la forza, la determinazione e le eccellenti condizioni fisiche e di forma del gruppo. A Treviso la squadra ha risposto alla assenza di Harrison, con una prestazione eccellente di Darius Thompson e di Nick Perkins ma soprattutto delle seconde linee che hanno dimostrato di poter recitare un ruolo da protagonisti, mettendo in mostra prestazioni straordinarie con Raphael Gaspardo, Mattia Udom e Ousman Krubally.

Lo striscione strappato

Nella mattinata odierna, intanto, è stato strappato un lungo striscione che nella giornata di ieri (martedì 9 febbraio) era stato esposto da tifosi brindisini sulla cancellata perimetrale del forum di Assago. Sullo striscione, la cui foto è stata postata sui profili social della Happy Casa Brindisi, con il plauso della società, si leggeva: “Stella del Sud brilla più che puoi, vinci per Brindisi vinci per noi”. 

Striscione-2
L’Olimpia Milano, attraverso un comunicato stampa, ha preso le distanze dal gesto. “La Pallacanestro Olimpia Milano – si legge nella nota - si scusa con i tifosi di Brindisi e delle altre squadre partecipanti alle Final Eight di Coppa Italia che si svolgeranno nei prossimi giorni a Milano. La proprietà dell’Olimpia Milano e la società sono da sempre a favore dell’integrazione, del rispetto reciproco e dell’ospitalità. L’Olimpia condanna quindi con forza quanto avvenuto nella giornata di oggi. Questo tipo di tifo non ci appartiene e non ci apparterrà mai da qualunque direzione provenga”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Final Eight: contro Trieste rientra Harrison. Willis aggregato alla squadra

BrindisiReport è in caricamento