menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I vogatori Rémuri di Brindisi al Trofeo della Magna Grecia

Per la prima volta la compagine brindisina gareggia con squadra mista composta da 6 uomini e 4 donne sulla stessa barca. Un test importante per verificare la condizione della squadra

BRINDISI - E’ in programma domenica 2 aprile 2017 presso la Lega Navale Italiana sez. di Taranto - Lungomare Vittorio Emanuele III il Trofeo della Magna Grecia giunto alla II edizione. Per la prima volta nella loro storia, i Vogatori Rémuri – Brindisi in voga Asd si misureranno con le altre marinerie partecipanti alla gara con un equipaggio composto da 6 uomini e 4 donne sulla stessa barca. Un test importante per verificare la condizione della squadra che, da quest’anno, può contare sull’apporto di un’ampia rappresentanza femminile. 

I nomi degli atleti che gareggeranno a Taranto sono i seguenti: Angelo Fontó, Massimiliano Nani, Antonio Romanelli, Ettore Scivales, Dario Cozzoli, Luca Lapomarda, Marco Rubino, Marta Capozza, Gianna Cristofaro, Barbara Garuccio.  Le new entry rispondono ai nomi di: Pierfrancesco Ferrari, Francesca De Micheli, Diana Miraglia e Elisa Pizzolante. 

Al timone, come da tradizione, ci sarà Francesco Romanelli che da anni si impegna per mantenere viva una tradizione culturale del capoluogo adriatico, oltre che agonistico-sportiva.

“E’ un bel risultato se si tiene conto del fatto che alcuni vogatori si sono avvicinati a questo sport pochi mesi fa – spiega il presidente dell’Asd Antonio Romanelli, figlio di Francesco, impegnato in prima linea nelle varie attività previste dall’associazione – con impegno e volontà, la voga può diventare una disciplina alla portata di tutti, senza differenze anagrafiche o di sesso”.

Oltre l’insegnamento e la divulgazione della “voga su lance” e “voga in piedi”, sono numerose le iniziative portate avanti dai Rémuri. Dal 2003 la squadra partecipa alle regate nazionali ed internazionali delle marinerie del Mediterraneo su lance a remi a dieci vogatori; dal 1995 prende parte al Palio dell’Arca di San Teodoro sui cosiddetti “schifarieddi”.

In particolare, il Trofeo dell’Adriatico e del Mar Ionio, tra le più importanti competizioni remiere del Mediterraneo, è da sempre una delle occasioni stagionali in cui l’equipaggio brindisino mette in luce le proprie qualità. Tra tutte le marinerie d’Italia che si sfidano nei porti delle città partecipanti, il gruppo Vogatori Rémuri risulta il più accreditato, avendo vinto 5 edizioni del trofeo dal 2006 al 2016. L’edizione 2017 prenderà il via proprio da Brindisi il prossimo 11 giugno e farà tappa a Termoli, Molfetta, Pescara, Taranto e Vasto per poi concludersi a Giovinazzo il 6 agosto.

La stagione dei Rémuri prevede anche la partecipazione alla Regata dei Gonfaloni, al Palio Del Mediterraneo e al Palio dell’Arca di San Teodoro.

Oltre lo sport, l’associazione si muove per il recupero della memoria delle Sciabiche e per la salvaguardia e la divulgazione degli antichi saperi marinareschi, soprattutto alle nuove generazioni. Un impegno importante attraverso il quale “Brindisi in voga” sta diventando una preziosa risorsa territoriale. Non a caso, il presidente Antonio Romanelli ha già ricevuto il supporto di alcune imprese locali che hanno come obiettivo la valorizzazione del territorio. Una sinergia importante per il futuro di Brindisi e per il rispetto della sua storia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento