menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stipendi in ritardo, raggiunto accordo: impianti sportivi regolarmente aperti

La prevista protesta che avrebbe causato la chiusura di tutti gli impianti sportivi gestiti dalla Convertino per l’intera giornata è stata annullata

BRINDISI - Si è svolta nel pomeriggio odierno, a Palazzo di città, una riunione con i rappresentanti dei sindacati e la ditta Convertino, la società titolare dell’appalto per la custodia degli impianti sportivi brindisini, per scongiurare lo sciopero previsto nella giornata di domani, sabato 23 febbraio a causa dei ritardi nel pagamento degli stipendi lamentato dai lavoratori.

Secondo quanto emerso non sarebbero ancora stati versati gli assegni del mese di dicembre 2018 e quelli per gennaio 2019. Grazie alla mediazione dell’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Riccardo Rossi, dall’assessore allo Sport Oreste Pinto e al Bilancio Cristiano D’Errico, la prevista protesta che avrebbe causato la chiusura di tutti gli impianti sportivi gestiti dalla Convertino per l’intera giornata è stata annullata.

“Ringraziamo i lavoratori e i rappresentanti della Convertino, i sindacati e tutti coloro che hanno dato il loro contributo e la loro disponibilità affinché si potessero superare le divergenze senza calpestare di diritti di alcuno”, dichiarano Pinto e D’Errico a conclusione dell’incontro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento